accedi | registrati | 23-8-2019

Analizziamo gli avversari degli amaranto in vista della gara di domani

La Vibonese vuole continuità: serve il colpaccio al Granillo

di Enzo La Piana 18/03/2017

La vittoria contro il Francavilla ha rilanciato le speranze salvezza, rimettendo in carreggiata la Vibonese, che domenica al Granillo, visto l’ultima prestazione, non dispera di alimentare qualche speranza in più in chiave salvezza. Le contemporanee sconfitte del Catanzaro, così come della Reggina e del Taranto, hanno portano a meno cinque le squadre quartultime e quintultime, a sette la salvezza diretta. Le cinque vittorie, i sette pareggi, le diciassette sconfitte, le diciassette reti all’attivo e le quaranta incassate, fanno da cornice ai sette punti conquistati nelle ultime quindici gare, ma non devono trarre in inganno, perché se l’ exploit dell’Akragas non ha agevolato il compito dei calabresi, va sottolineato come si sia aperta la possibilità di coinvolgere più squadre non solo nella lotta play out , ma anche in quella per la retrocessione diretta. Campilongo, per la trasferta in riva allo Stretto, non potrà contare sugli squalificati Carbone e Silvestri, ma secondo quanto riportato dal sito ufficiale della squadra, recupererà Minarini, con Yabre che andrà a prendere il posto di Viola, mentre davanti alla difesa dovrebbe ritornare Favasuli. I rossoblu, per la gara contro la Reggina, ritroveranno un'altro elemento di peso, quel Saraniti, che - andato a segno nella gara d’andata contro gli amaranto - scontate le tre giornate di squalifica comminategli dal Giudice Sportivo, tornerà pericolosamente, proprio in occasione della fondamentale sfida dello stadio Granillo.

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2019 © avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative