accedi | registrati | 24-10-2019

Il Nucleo investigativo dei Carabinieri Forestale di Reggio Calabria è intervenuto su mandato della Procura

Canile Mortara: intervento dell'Arma, gestore ai domiciliari

di Redazione Web 22/03/2017

Dalle prime ore di oggi, all’esito di indagini condotte dal Nucleo investigativo reati in danno degli animali (N.I.R.D.A. ) del Gruppo Carabinieri Forestale di Reggio Calabria, i militari in forza ai reparti dei Carabinieri Forestali operanti in provincia stanno eseguendo, su delega della Procura della Repubblica della città capoluogo, un provvedimento di natura cautelare, emesso dal Giudice delle Indagini Preliminari del Tribunale Reggino, nei confronti del gestore del canile municipale di Reggio Calabria, sito in località “Mortara di Pellaro”, che è stato sottoposto agli arresti domiciliari. Ciò in conseguenza di gravi irregolarità riscontrate nelle procedure di gara finalizzate all’aggiudicazione della gestione della struttura, oltre che nella conduzione della stessa. Col medesimo provvedimento, è stato disposto dall’A.G. il sequestro del canile municipale, in corso di esecuzione. Ampio il numero delle fattispecie penali per le quali si procede, che vanno dai reati contro la fede pubblica a quelli contro il patrimonio, da quelli in materia ambientali a quelli in danno degli animali, che si ipotizza siano stati commessi in concorso con altri soggetti.

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2019 © avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative