accedi | registrati | 21-11-2017

Somma indecenza

L'alibi dei predecessori non regge

di Davide Imeneo 28/03/2017

È inconcepibile conoscere la pericolosità di un problema e fare finta di niente. Qualsiasi sia la giustificazione tecnico– amministrativa si possa addurre al mancato intervento sul serbatoio di San Salvatore non varrebbe quanto quelle scarne parole messe nero su bianco dagli stessi tecnici comunali: «un elevato rischio per l’incolumità pubblica». Un paese a pochi chilometri dal centro cittadino della Città metropolitana di Reggio Calabria potrebbe crollare alla prima pioggia cruenta. I casi di dissesto idrogeologico spesso vengono commentati “a posteriori”. Su questo territorio il tempo per prevenire c’è stato e c’è: sono 21 anni di denunce. Un messaggio di incuria ricevuto da tutti quei giovani, magari nati nel 1996, che hanno deciso di aumentare l’esercito di giovani emigrati.

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2017 © avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative