accedi | registrati | 16-7-2019

Individuata la rotta della marjuana tra l'Albania e la Locride

Inseguimento in mare: sequestrato gommone con 1500 kg di droga

di Redazione Web 12/04/2017

Fiamme Gialle, Guardia Costiera e gli assetti aerei Frontex hanno intercettato un gommone carico di marijuana (circa 1.500 chilogrammi) lungo la rotta Albania-Italia con approdo nella Locride, tra i comuni di Africo e Bianco in provincia di Reggio Calabria. L'operazione durata oltre 24 ore - con tanto di inseguimento del gommone - ha permesso di arrestare 3 scafisti e 4 complici in territorio greco.
L’inseguimento, iniziato con i mezzi navali delle Fiamme Gialle di Vibo Valentia la sera del giorno 6, si è protratto senza soluzione di continuità fino alle 16:43 del giorno 7, con l’avvicendamento di aerei ed elicotteri, guardacoste e vedette veloci della Guardia di Finanza, della Guardia Costiera greca ed aerei C295 di Spagna e Portogallo rischierati su Catania per l’operazione Triton, costantemente coordinati dall’ICC (International Coordination Centre) di Frontex di Pratica di Mare, che hanno operato come un unico grande Team. Il gommone è stato alla fine fermato e gli scafisti tratti in arresto, grazie all’impiego di un elicottero e di un’unità navale della Guardia Costiera ellenica, che hanno intimato l’alt sparando alcuni colpi di avvertimento. Gli scafisti, ormai allo stremo delle forze, si sono arresi. L’operazione ha visto il coinvolgimento di reparti ed assetti aereonavali di quattro diverse nazioni: Grecia, Spagna, Portogallo ed Italia.
Il carico sequestrato ha un valore pari a 10 milioni di euro.

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2019 © avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative