accedi | registrati | 22-10-2020

Capo dell'omonimo clan di Platì (Reggio Calabria), è considerato un capo-'ndrangheta di caratura internazionale

Preso Rocco Barbaro, latitante-reggente dei narcos d'Aspromonte

di Redazione Web 08/05/2017

Ore 13 circa odierne in Platì (Rc) i Carabinieri del Gruppo di Locri (Rc), hanno arrestato in un’abitazione di una della figlie, Barbaro Rocco cl.1965, latitante dal 2015, già proposto per l’inserimento nell’elenco dei “30”.
Lo stesso irreperibile ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per associazione mafiosa ed intestazione fittizia di beni emessa dall’Ufficio GIP del Tribunale di Milano, su richiesta di quella DDA.
Lo stesso, già per ben due volte latitante, è ritenuto elemento di vertice dell’omonima ndrina operante a Platì ed in Lombardia, egemone nel traffico di cocaina.

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2020 ©avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative