accedi | registrati | 24-3-2019

Lunga intervista al gesuita da tredici anni in riva allo Stretto

L'anteprima: padre Ladiana saluta Reggio con un'intervista

di Redazione Web 13/05/2017

C'è una Reggio che ricerca l'ascolto per confidare i drammi del vivere "sotto torchio" della 'ndrangheta. Di questa gente è stato il confessore, padre Giovanni Ladiana, che dopo tredici anni lascia la città dello Stretto. Un'esperienza, la sua, totalizzante che gli ha permesso di leggere tutti i fatti che hanno riguardato la città sotto un punto di vista molto particolare.
«In pochi si chiedono quale sia l'effetto sui nostri giovani di quell'idea della "Reggio da bere"». Un problema sociale, prima ancora che politico: «Ad arricchirsi è stato il ceto dei professionisti, chi manovra alle spalle dei corrotti».
Nel numero in uscita domani in edicola, ampio spazio - poi - a un dossier sui beni culturali con una preziosa intervista a Carmelo Malacrino, direttore del MArRC. Dai Bronzi di Riace al sistema museale cittadino, tanti i tempi trattati dall'esperto che non ha dubbi nel ritenere, quello del cultura il vettore turistico per eccellenza: «A dirlo sono i numeri: nel 2016 abbiamo aumentato di oltre 50mila unità il numero dei visitatori».
Altro approfondimento dedicato alle ecomafie con la storia di John Mpaliza e del suo Congo e la richiesta di Legambiente di richiedere con insistenza la riapertura dell'inchiesta sul caso - De Grazia.
Tantissime notizie dalla vita ecclesiale: dalla visita di monsignor Angelo Bagnasco a Paola per i festeggiamenti in onore di San Francesco sino alla cronaca delle ordinazioni sacerdotali per la Diocesi di Reggio Calabria - Bova.
Questo e tanto altro lo troverete domani in edicola.

Partecipa alla discussione

Esegui il login

Articoli Correlati

Domani in edicola. Giosuè, una vita «salvata» dalla 'ndrangheta

23/03/2019 - Torna l'appuntamento con L'Avvenire di Calabria, settimanale diocesano di Reggio, in uscita - su tutto il territorio regionale - come ogni domenica con Avvenire, il quotidiano dei cattolici italiani. L'apertura di questo numero, del 24 marzo, è dedicata al progetto ''Liberi di scegliere'' e contrasto alle mafie: abbiamo ascoltato la storia di Giosuè, cresciuto in una famiglia di ndrangheta e finito in carcere a soli 17 anni.

Domani in edicola. L'agricoltura? Il presente dei giovani

16/03/2019 - Torna l'appuntamento con L'Avvenire di Calabria, settimanale diocesano di Reggio, in uscita - su tutto il territorio regionale - come ogni domenica con Avvenire, il quotidiano dei cattolici italiani. L'apertura di questo numero, del 17 marzo, è dedicata al mondo dell'agroalimentare con una serie di interviste: dal direttore del Dipartimento di Agraria, Giuseppe Zimbalatti, al docente Marco Poiana che per la facoltà si occupa di sperimentazione.

In edicola. Autonomia differenziata, riforma «spacca» Paese?

09/03/2019 - Torna domani in edicola L'Avvenire di Calabria, in uscita - come sempre - con Avvenire, il quotidiano dei cattolici italiani. L'apertura di questo numero è dedicata alla riforma annunciata del "regionalismo differenziato" che prevedrebbe una ridistribuzione delle risorse nazionali su scala regionale in base al gettito fiscale delle stesse. Abbiamo sentito, su questo argomento il vicepresidente della Cei (con delega al Sud), monsignor Raspanti.

Tag

Avvenire di Calabria Avvenire
Copyright 2016-2019 © avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative