accedi | registrati | 12-12-2019

Si chiude la vertenza tra i sindacati Cgil, Cisl, Uil e Ugl e l'azienda Mct

Porto di Gioia Tauro, stanziati 20 milioni. Delrio soddisfatto

di Redazione Web 16/06/2017

È stata siglata al Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti l'intesa quadro per il rilancio del porto di Gioia Tauro.
L'accordo, sottoscritto da Governo, Regione Calabria, Autorità Portuale, azienda Mct, Cgil, Cisl, Uil, Ugl in rappresentanza di circa l'80% dei lavoratori dello scalo, prevede che 380 unità individuate in base alla legge 223 del 91 transiteranno nell'Agenzia del Lavoro, varata dal Governo, e vede stanziati 20 milioni di euro. Nell'accordo, che non è stato firmato dal sindacato Sul, si richiama quanto stabilito nell'Apq sottoscritto nel luglio del 2016 e che pone al centro la Polifunzionalità del porto con la realizzazione di opere quali completamento del dragaggio, gateway ferroviario, Zes e bacino di carenaggio. "Esprimo grande soddisfazione - ha detto Delrio - per la conclusione positiva della vertenza sul porto di Gioia Tauro, per la sua crescita e l'occupazione".

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2019 © avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative