accedi | registrati | 25-9-2017

Nei giorni scorsi l'iniziativa si è tenuta presso il Palazzo Storico della Città Metropolitana

Presentato il progetto «Comune Amico della Famiglia»

di Redazione Web 04/07/2017

di Simona Stillitano - Si è svolto Venerdì 30 Giugno 2017 presso il Palazzo Corrado Alvato di Reggio Calabria, la presentazione del progetto “Comune amico della Famiglia” .

Ha aperto l’incontro Giuseppe Falcomatà, primo cittadino di Reggio Calabria che, con un cordiale benvenuto ai relatori ospiti per questa conferenza di grande importanza che lancia una sfida ai comuni italiani, ha spiegato come la città ha l’opportunità di intraprendere questo meraviglioso progetto che vede protagonista la famiglia.

Il sindaco ha affermato di essere stato colpito favorevolmente già in un incontro privato il giorno prima dell’evento pubblico dal pioniere Malfer “padre dell’iniziativa” e quindi trasformare la città metropolitana a misura di un modello attento alla famiglia lo entusiasma molto.

Il secondo intervento è stato quello del Presidente dell’Associazione ANFN Burattini che ha spiegato con semplicità e saggezza quanto sia di primaria importanza la famiglia nel contesto sociale. Spesso la società fa sentire la famiglia come un peso, quando in realtà quest’ultima è la risorsa delle comunità, il futuro dipende dalla famiglia. “Le ricchezze sono i figli, è l’amore che fa la differenza” non è un’utopia sognare una comunità in cui la famiglia gioca il suo ruolo dando un prezioso contributo, ma serve, unire le forze, lavorare in sinergia istituzioni e famiglie.

Il dottor Malfer, illustra bene il progetto Family trentino attraverso delle slide che documentano quei dettagli che hanno permesso alla comunità locale di raggiungere gli obiettivi e ottenere successo, si perché il modello family non ha bisogno di alcun contributo economico. Semplicemente si tratta di rendere il territorio accogliente per famiglie e anziani, con quei dettagli a costo zero che rendono le bellezze sia naturali che culturali già esistenti, visitabili a queste categorie. “Serve il pensiero per uscire dal recinto” ribadisce il relatore, si tratta di una politica che contrasta anche il calo demografico, perché vengono attuate tutte quelle politiche buone, efficaci per il benessere delle famiglie. Le infrastrutture family generano innovazione e qualificano il territorio oltre a portare turismo e perciò un investimento.

Quindi un progetto che conviene a tutti sia ai cittadini che alle istituzioni, questo nuovo modello può senza dubbio far rinascere la Calabria, ciò non esclude una politica sociale al contrario, ma la società ha bisogno di responsabilità, di coraggio, di tutte quelle virtù che solo la famiglia può offrire.

La famiglia è il perno per una sana società, ma nel momento in cui vengono meno le opportunità affinché essa possa vivere dignitosamente tutto il sistema va in crisi, tutelare la famiglia è un compito urgente e fondamentale. I tre pilastri sui quali si basa il “Progetto Comune Amico della famiglia” sono: solidarietà, responsabilità e operosità.

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2017 © avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative