accedi | registrati | 20-11-2017

Doppio appuntamento tra domenica e lunedì per festeggiare

Filoxenia, un anno di inclusione socio-educativa

di Redazione Web 21/07/2017

«Dare il benvenuto». Può sembrare un messaggio scontato, ma così non è.Accogliere, proteggere, promuovere ed integrare sono le direttrici verbali (e fattuali) che hanno condotto ilprimo anno di azione dell'Ats Filoxenia; un anno di impegno nel «farsi casa» per tutti quei minori stranieri non accompagnati che approdano alla banchina del porto di Reggio Calabria.

Grazie all'impulso paterno dell'Arcivescovo della diocesi di Reggio – Bova, monsignor Giuseppe Fiorini Morosini, e col sostegno operativo della Caritas diocesana reggina è nata un'esperienza che si pone come un'idea chiara (e diversa) sul tema dell'accoglienza. Un'intuizione che si declina nelle cinque strutture dell'Ats che proveranno a fare sintesi dei primi 365 giorni a servizio dei minori attraverso due giorni di festa e riflessione.

Il tempo della gioia sarà garantito dal torneo di futsal (calcio a cinque)tra le cinque strutture che si terrà presso il PalaCsi di Gallina domenica 23 luglio dalle 15.30 alle 20. 30: la Casa dell'Annunziata della Comunità Papa Giovanni XXIII, il Centro Reggino di Solidarietà (Cereso), l'associazione Abakhi – Casa Anwim, la parrocchia San Nicola di Bari – Santa Maria della Neve in Riparo e Cannavò, il Centro di Accoglienza “Il Buon Samaritano” della parrocchia Santa Maria della Presentazione di Montebello Ionico e la Casa Mosè Onlus di Prunella a Melito Porto Salvo si sfideranno in una vera e propria festa dei popoli che vedrà coinvolti i ragazzi che vivono quotidianamente le strutture che per un pomeriggio diverranno le loro squadre del cuore.

Dopo la festa, toccherà alla riflessione: nel giorno dell'anniversario dalla nascita dell'Ats Filoxenia, infatti, tutte le Istituzioni sono state convocate presso il cortile della Casa dell'Annunziata a Reggio Calabria. La tavola rotonda, dalle 19 di lunedì 24 luglio, sarà moderata dal caporedattore e vaticanista del Tg2, Enzo Romeo e prevede l'introduzione dell'Arcivescovo di Reggio Calabria, monsignor Giuseppe Fiorini Morosini che aprirà i lavori. A seguire interverranno: Michele Di Bari, prefetto di Reggio Calabria; Giuseppe Falcomatà, sindaco di Reggio Calabria; Roberto Di Bella e Giuseppina Latella, rispettivamente presidente e procuratore del Tribunale per i minorenni di Reggio Calabria; Attilio Gorassini, presidente della commissione diocesana “Giustizia e Pace” di Reggio Calabria, e Giovanni Fortugno, Ats Filoxenia di Reggio Calabria.

L'incontro del 24 luglio, inoltre, si pone come una valida occasione di dibattito pubblico sul tema dell'accoglienza dei migranti che spesso – recentemente – sta offrendo degli spunti comunicativi poco chiari e che subiscono l'influsso di derive ideologiche lontane dal lavoro quotidiano svolto a stretto contatto con i minori stranieri non accompagnati con il chiaro intento di intraprendere con essi dei percorsi di inclusione socio-educativa.

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2017 © avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative