accedi | registrati | 22-11-2017

Si chiude così, positivamente, l’intervento della nuova realizzazione concordato nel Protocollo operativo sottoscritto il 19 febbraio 2016

San Ferdinando, finalmente una struttura di accoglienza decorosa

di Redazione Web 17/08/2017

Nella giornata di domani, venerdì 18 agosto, i lavoratori stagionali stranieri presenti nella Piana di Gioia Tauro potranno usufruire di una nuova idonea struttura di ospitalità temporanea.
I cittadini extracomunitari presenti nell’attendamento di  San Ferdinando saranno, infatti, trasferiti nella nuova attrezzata tendopoli realizzata in quel territorio dalla Regione Calabria sulla base di specifiche iniziative di coordinamento disposte da questa Prefettura.
Si chiude così, positivamente, l’intervento della nuova realizzazione concordato nel Protocollo operativo sottoscritto il 19 febbraio 2016  tra la Prefettura, la Regione Calabria, la Provincia di Reggio Calabria, la Croce Rossa Italiana, i Comuni di  San Ferdinando e di Rosarno, la Caritas Diocesana di Oppido Mamertina e gli Organismi umanitari Emergency e ME.D.U. e volto al graduale superamento e smantellamento della vecchia tendopoli in San Ferdinando nelle more dell’attuazione delle iniziative volte a favorire l’integrazione abitativa dei predetti lavoratori migranti.
La nuova struttura ospiterà 550 lavoratori stranieri ed è il frutto di un nuovo progetto di attendamento, fortemente voluto dal Prefetto di Reggio Calabria, Michele di Bari, dotato di tutte le opere di urbanizzazione primaria (reti idriche e fognarie, impianti di illuminazione ed aree servizi comuni) e in grado di offrire servizi in ottimali condizioni igieniche e di sicurezza (vigilanza, cucina, pulizia, lavanderia, raccolta differenziata, ecc..).
Il nuovo attendamento è opportunamente delimitato ed è stato munito anche di impianti di videosorveglianza e di rilevazione di presenza .  
In sede di riunione svoltasi lo scorso 13 luglio presso il Comune di San Ferdinando sono stati definiti i criteri per l’ingresso nella nuova area attrezzata e si è convenuto sulla necessità che la struttura sia vigilata a cura di un idoneo soggetto gestore da individuarsi mediante gara ad evidenza pubblica da parte del Comune di San Ferdinando.
Parallelamente all’apertura di tale struttura saranno smantellate le tende del Ministero dell’interno presenti nell’attuale tendopoli, al fine di evitare che le stesse possano costituire improprio ricovero per quegli immigrati che durante l’inverno scendono nel territorio della Piana di Gioia Tauro per la campagna agrumicola.
In proposito, sono state avviate concrete interlocuzioni con i Sindaci dei Comuni della Piana per individuare anche soluzioni finalizzate ad un’accoglienza diffusa degli immigrati.
E’ da dire inoltre che nel pomeriggio dello scorso 2 agosto, presso la Prefettura, si è tenuta una ulteriore riunione con le Organizzazioni sindacali di  categoria CGIL, CISL, UIL e USB finalizzata allo svolgimento di un’azione di corretta informazione in favore dei lavoratori migranti per la migliore fruizione della nuova area.
Competerà al Commissario straordinario , introdotto dal D.L. 20 giugno 2017, n. 91, recante “disposizioni urgenti per la crescita del Mezzogiorno”, convertito con modifiche in Legge 3 agosto 2017, n. 123, traghettare tale situazione verso efficaci ed efficienti politiche di inclusione. 
Il complessivo intervento sarà illustrato nel corso di una Conferenza stampa indetta dal Prefetto di Reggio Calabria e che si svolgerà all’interno della nuova struttura di ospitalità in San Ferdinando alle ore 12,00.​

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2017 © avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative