accedi | registrati | 20-9-2017

Replica di Rino Pruiti, primo cittadino di Buccinasco (Milano) definita la 'Platì del Nord'

Il sindaco al boss scarcerato: «Chieda scusa alla città»

di Redazione Web 23/08/2017

Il boss della 'ndrangheta Rocco Papalia, definito il 'padrino' di Buccinasco (Milano), considerato uno dei più importanti capi della mafia calabrese in Lombardia e scarcerato lo scorso maggio dopo 25 anni di detenzione, attraverso i suoi legali, nei giorni scorsi, ha scritto al sindaco della cittadina, ribattezzata la 'Platì del Nord', per chiedere che cali il silenzio su di lui "in nome di quella pace sociale da tutti doverosamente inseguita". E dal primo cittadino, Rino Pruiti, è arrivato un secco "no" alla sua richiesta e anzi, ha detto l'amministratore, il boss dovrebbe "chiedere scusa alla nostra città per il male che ci ha fatto". Nella lettera Papalia, il cui ritorno sulla scena pubblica per partecipare a un battesimo aveva suscitato polemiche nei mesi scorsi, chiede di essere considerato come un normale cittadino di Buccinasco, che ha scontato la sua pena e dice di avere diritto "al rispetto di quella sfera di intangibilità che ci rende un Paese, auspicabilmente, civile".

Partecipa alla discussione

Esegui il login

Articoli Correlati

Tag

Papalia Buccinasco Pruiti 'Ndrangheta Platì
Copyright 2016-2017 © avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative