accedi | registrati | 16-12-2018

Don Demetrio Sergi, un ricordo indelebile

Il parroco che servì la comunità di Gallico per quarantotto anni

Il 2 agosto è stato ricordato a vent'anni dalla sua morte

di 18/08/2016

Il 2 agosto 1996, festa della Madonna degli Angeli, a tarda sera, il parroco di Gallico Marina, don Demetrio Sergi, lascia questo mondo. La lunga missione pastorale, durata ben quarantotto anni, proprio a Gallico Marina e il suo incarico di vicario della zona Gallico- Sambatello hanno permesso a molti di riconoscere ed apprezzare in lui una fede incrollabile, un inesauribile ardore apostolico, un cuore generoso. Gallico Marina, quella sera, perde il volto sorridente di un fratello e di un vero amico. La parrocchia che don Sergi accettò di guidare, quando vi giunse, soffriva ancora le conseguenze di una guerra spietata e disumana che tante miserie spirituali e materiali aveva provocato, per questo il suo primo sforzo fu di ricostruire un tessuto umano e cristiano. Pensò subito all’educazione dei giovani costruendo una saletta accanto al campanile, per lo svolgimento di attività formative e ricreative. Si accontentò di abitare in una disagiata baracca post terremoto insieme ai suoi genitori dal 1948 al 1970, ma per amore della sua chiesa parrocchiale, per mantenerla sempre in bellezza e decoro religioso, attinse economicamente anche alle sue risorse personali. Nella ricorrenza del suo 50° anniversario di Ordinazione sacerdotale non volle regali per la sua persona, ma invitò tutti a devolvere le proprie offerte in denaro per il Seminario di Reggio. Pastore infaticabile, sacerdote povero, casto e obbediente, soleva percorrere le strade della sua parrocchia a piedi, ciò gli consentiva di avere un contatto costante e diretto con tutti, di ascoltare e di essere ascoltato. Quale buon samaritano, soccorse nel silenzio e nel nascondimento molte persone bisognose, ripeteva spesso che “non si può parlare di Dio a chi ha lo stomaco vuoto. Il sindaco di Reggio Giuseppe Reale, ha scritto di don Sergi nel suo biglietto di auguri per il 50° di ordinazione sacerdotale: <…La sua volontà di servizio l’ha arricchita giorno per giorno, donando una testimonianza di vita che sola costituisce la sua aureola…> .

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2017 © avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative