accedi | registrati | 15-12-2019

I laziali hanno già esonerato l'ex stella della Roma, Giannini. Al suo posto Antonello Mattei

Reggina, con il Fondi - per Maurizi - è già una finale

di Enzo La Piana 22/09/2017

Dando uno sguardo alle prime quattro partite giocate. la Reggina ha raccolto gli stessi punti della scorsa stagione, iniziando con una sconfitta in quel di Rende, salvo poi riscattare il ko in casa contro il Catanzaro nel derby e racimolare due punti tra Pagani e al Granillo con il Matera. Per quel che concerne i dati statistici, la Reggina, fino al momento, ha messo a segno quattro reti  ma in tutte e quattro i match disputati, il bravo Tulissi ha anche dovuto raccogliere quattro volte la sfera in fondo al sacco della sua porta, nonostante i due rigori neutralizzati. Un piccolo campanello d'allarme per il reparto difensivo, che ha denotato qualche scricchiolio, mentre per quanto riguarda il reparto avanzato, sono andati a segno soltanto due giocatori: Sciamanna e Porcino. In attesa di capire se e quando sarà a disposizione Bianchimano, gli amaranto, si sono preparati alla gara con di Fondi - che vorrà riscattare il tonfo dell'ultima apparizione davanti ai propri tifosi - ripartendo dal buon primo tempo giocato contro la squadra di Auteri, dove si sono visti qualità di gioco, schemi, pressing e la rinnovata intesa dell’asse De Francesco-Porcino che ha prodotto la rete del vantaggio, con il capitano che potrebbe essere riproposto anche per questa trasferta, nel ruolo di trequartista. Il tecnico di Colleferro - che, ha preferito anche questa volta rifinire la preparazione blindando il Sant’ Agata - dovrà fare i conti con l’assenza di Tulissi, uno degli uomini offensivi più importanti della sua squadra. Contro i fondani, dunque ad affiancare a Sciamana, potrebbe essere Sparacello entrato bene, nel corso della ripresa contro il Matera, ma non è da escludere l’alternativa Silenzi, tutte decisioni che mister Maurizi, fresco di abilitazione ad allenatore professionista UEFA Pro, si presume scioglierà negli minuti prossimi al match.  Contro la squadra del neo tecnico Mattei, quindi bisognerà mettere in campo una buona dose di  personalità, perché senza voler sminuire il valore dell’avversario di turno, portare a casa un risultato positivo dalla terza trasferta di questo campionato, sarebbe molto importante - oltre che per la classifica - per aumentare l’autostima di una rosa giovanissima come quella della squadra dello Stretto.

Il prossimo avversario: Racing Fondi

Il girone meridionale di serie C si conferma ancora una volta rovente per quanto riguarda il settore tecnico. Terza sostituzione in quattro giornate, dopo Paganese e Lecce, anche il Racing Fondi cambia la guida della squadra. A lasciare, è Giuseppe Giannini. Fatale all’ex centrocampista della Roma e della nazionale azzurra, il ko interno, ad opera del Siracusa. Il silenzio stampa subito dopo la sconfitta interna contro i siciliani, la dice lunga sull’ avvio di stagione dei rosso-blu. che hanno tante cose da rivedere. Un epilogo amaro a dispetto di una partenza positiva, rappresentata dal pareggio sul campo di una delle pretendenti al salto di categoria: il Catania. Poi, tre sconfitte consecutive, che hanno spinto la società ad affidare la prima squadra ad Antonello Mattei. Non un buon momento quindi per il nuovo corso del Fondi, che dopo l’addio del gruppo Unicusano e l’arrivo di Pezone, si trova fanalino di coda, con un solo punto in quattro gare. La squadra ha comunque una buona intelaiatura, dove spiccano calciatori di categoria come Nolè, De Souza e Ciotola, supportati dai giovani Mastropietro e Serra. De Souza, quest’ultimo, senza dubbio l'uomo in più a disposizione del neo tecnico Mattei. Il brasiliano, è reduce dai 17 gol dell'ultima stagione, disputata con la Racing Roma. Elementi come Ricciardi, Galasso, De Martino, l'ex Empoli Lazzari, per citarne alcuni, completano una squadra bel costruita, che in questo momento ha bisogno di amalgamarsi. Anche se il tecnico Mattei - che dovrebbe confermare il 4-3-2-1 modulo   più utilizzato - non avrà a disposizione Pompei, fermato per una gara dal giudice sportivo, i rosso-blu fondani, al Domenico Purificato, saranno chiamati ad affrontare una gara difficile contro la Reggina, che dopo la vittoria nel derby col Catanzaro, il pareggio a Pagani e quello al Granillo con il temibile Matera, arriva i terra pontina per confermare il buon momento positivo.

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2019 © avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative