accedi | registrati | 21-11-2017

L'operazione della Guardia di Finanza ha smascherato un sistema corroborato

Falsi braccianti, 335 denunce a Corigliano Calabro

di Redazione Web 28/09/2017

La Guardia di Finanza di Corigliano Calabro ha scoperto una truffa ai danni dell'Inps perpetrata da una cooperativa agricola con 335 false assunzioni e un danno alle casse dello Stato di oltre 800.000 euro. L'impresa, secondo l'accusa, presentava falsi contratti di fornitura di frutta e contratti di comodato d'uso gratuito e di affitto di terreni riconducibili a soggetti ignari estranei alla truffa, oltre a false denunce aziendali trimestrali, attestanti l'impiego di operai, mai avvenuto, per consentire l'indebita percezione di indennità di disoccupazione, malattia e maternità. Durante le indagini, coordinate dalla Procura di Castrovillari, sono state acquisite informazioni dai proprietari dei terreni estranei alla truffa e con l'analisi dei documenti sono state ricostruite le false dichiarazioni e comunicazioni all'Inps. Il rappresentante legale dell'impresa ed i 335 falsi braccianti sono stati denunciati per truffa aggravata.

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2017 © avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative