accedi | registrati | 22-11-2017

In quella occasione sarà data lettura del decreto di venerabilità di monsignor Castrillo

San Marco Argentano, terza Settimana della santità calabrese

di Redazione Web 03/11/2017

«Sono lieto di annunciare che, grazie all'impegno del vescovo di San Marco Argentano-Scalea, mons. Leonardo Bonanno, in occasione della visita del cardinale Angelo Amato, il prossimo 7 dicembre, che culminerà con la lettura del decreto di venerabilità di mons. Agostino Ernesto Castrillo, terremo la terza edizione della Settimana della santità calabrese a San Marco Argentano, dopo che le precedenti edizioni erano state organizzate rispettivamente a Roma presso la Basilica di Sant'Andrea delle Fratte retta dai Padri Minimi e a Corigliano Calabro. Saranno intense giornate per riaffermare e far conoscere personalità che stanno illuminando la Chiesa di Calabria; nell'occasione verrà presentato un nuovo libro sulla figura di questo straordinario testimone della fede», così la dichiarazione del rettore dell'Universitas Vivariensis, Demetrio Guzzardi, che è il patron della manifestazione. Il libro "Una traccia indelebile a San Marco Argentano: il venerabile mons. Agostino Ernesto Castrillo", edito da Progetto 2000, porta la firma di Antonio Modaffari, che nel corso di questi anni ha lavorato in modo intenso, insieme a un gruppo di giovani di San Marco Argentano, per la diffusione della figura di mons. Castrillo e che ha inteso dedicare la pubblicazione al vescovo emerito di San Marco: mons. Augusto Lauro, che proprio nei giorni scorsi ha festeggiato i 42 anni di episcopato. Nella prossima settimana verrà presentato il programma completo dell'iniziativa che si terrà da giovedì 30 novembre a giovedì 7 dicembre 2017 presso il Convento della Riforma, sito francescano che ha ospitato Sant'Antonio di Padova e San Francesco di Paola, luogo a cui il venerabile mons. Castrillo, che era un frate francescano, teneva tanto. La Settimana della santità calabrese ospiterà la mostra "Santi, santità e santini di Calabria", sono previste ogni sera presentazione di libri, visite guidate, e tante altre iniziative collaterali. «Abbiamo bisogno di esempi di santità - ha concluso Demetrio Guzzardi - per costruire una società di valori autentici, da contrapporre ai falsi miti, come ad esempio, quello importato di Halloween. In questi giorni i cristiani festeggiano Tutti i Santi e ed onorano i defunti, con una visita al cimitero, siamo certi che presto anche mons. Castrillo, che per poco tempo, dal 3 gennaio 1954, giorno del suo ingresso a San Marco Argentano, al 16 ottobre 1955, è stato in terra di Calabria, possa salire agli onori degli altari».

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2017 © avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative