accedi | registrati | 24-10-2018

L'ex Domus Pacis di Roma ospiterà un incontro nazionale sul tema

Quarant'anni di servizio civile in Caritas

di Redazione Web 12/12/2017

Quarant'anni di servizio civile in Caritas. Ben otto lustri da quando comparvero i primi "obiettori di coscienza" che a cavallo tra gli anni '70 e '80 divennero dei veri e propri "rivoluzionari sociali" per la loro scelta di spendere il proprio tempo dedicato alla leve militare per gli ultimi.
 
Un'esperienza, che inibiva i concorsi nei corpi armati, ma che nel tempo è divenuta una prassi consolidata e che oggi è considerato il primissimo passo verso il mondo del lavoro per tantissimi giovani italiani a tal punto da indurre l'attuale forza di governo a ripensarne l'obbligatorietà per tutti i maggiorenni.
 
E proprio un viaggio tra memoria e prospettive è quello che si terrà, in modo ideale, il prossimo 15 dicembre (data simbolo nella storia dell'obiezione di coscienza e del servizio civile) presso The Curch Village (ex Domus Pacis) di via di Torre Rossa a Roma.
 
Un convegno fortemente voluto dalla Caritas Italiana e che vede importanti relatori di profilo nazionale e che si svilupperà dalle 10 alle 16.
 
Con questo Convegno Caritas Italiana intende tracciare un bilancio di questa esperienza che non è solo della Caritas ma dell'intera Chiesa in Italia. Una storia, quella del servizio civile in Caritas, che si è andata sviluppando in questi quattro decenni e che ha consentito a circa centomila giovani di vivere un'esperienza all'insegna della costruzione della pace e del servizio ai poveri.
 
I lavori del 15 dicembre saranno introdotti da don Francesco Soddu, direttore della Caritas Italiana, e prevedono i saluti iniziali del cardinale Francesco Montenegro, presidente della Caritas Italiana e di monsignor Nunzio Galantino, segretario generale della Cei; dei ministri Giuliano Poletti (Lavoro e Politiche Sociali) e Roberta Pinotti (Difesa), oltre che di Calogero Mauceri, capo del Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale e Licio Palazzini, presidente della Conferenza Nazionale Enti per il Servizio Civile.
 
Subito dopo i saluti iniziali partiranno le relazioni sui quarant'anni del servizio civile in Caritas a cura di Maurizio Ambrosini, docente di Sociologia dell'Università di Milano che traccerà il cambiamento dei giovani in questi decenni; di Luciano Gualzetti, Caritas Ambrosiana, di Silvana Piccinini, Caritas Genova e di don Maurizio Tarantino, Caritas Otranto che parleranno delle esperienze dei territori. Coordinerà questo modulo storico Francesco Marsico.
 
Infine il convegno sarà l'occasione per presentare i risultati di un'indagine condotta tra i referenti diocesani del servizio civile di 59 Caritas, tra cui anche la nostra Caritas Diocesana, per fare un bilancio dei primi 15 anni di servizio civile nazionale. Dopo la pausa pranzo si valuteranno i risultati della ricerca tra le Caritas diocesane dei giovani in Servizio Civile dal 2001 al 2016: il report sarà a cura di Walter Nanni. In seguito a questi spunti si avvierà una tavola rotonda che sarà moderata da Alberto Chiara, giornalista di Famiglia Cristiana.

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2017 © avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative