accedi | registrati | 23-4-2018

'Ndrangheta, sequestrati beni per 600mila euro ai Piromalli

Il provvedimento è stato eseguito dalla Polizia di Stato

di Redazione Web 30/12/2017

La Polizia di Stato, ad esito di una complessa attività investigativa di natura patrimoniale svolta dalla locale Divisione Polizia Anticrimine e coordinata dalla Procura Distrettuale Antimafia - Sezione Misure di Prevenzione di Reggio Calabria, ha messo a segno un ulteriore attacco agli interessi criminali della ‘ndrangheta, dando esecuzione al decreto di sequestro di beni, emesso dal Tribunale di Reggio Calabria – Sezione Misure di Prevenzione, nei confronti di Nicola Comerci, nato a Nicotera (VV) il 11.12.1947, attivo nella Piana di Gioia Tauro (RC), con rilevanti interessi economici nelle Province di Vibo Valentia, Roma, Bologna ed in tutto il Nord-Italia.

Comerci era già stato oggetto di attenzione del Tribunale di Reggio Calabria – Sezione Misure di Prevenzione, a seguito dell’inoltro da parte della Questura di Reggio Calabria di una proposta per l’applicazione della misura della Sorveglianza Speciale di P.S. con l’obbligo di soggiorno nel Comune di residenza e conseguente richiesta di sequestro e successiva confisca dei beni, datata 22 novembre1999, con emissione del Decreto del 26.10.2001 di sottoposizione di Comerci alla misura della Sorveglianza Speciale con obbligo di soggiorno per la durata di anni 4 e, contestualmente, di confisca dei suoi beni.

L’attività investigativa di natura patrimoniale avviata dalla Divisione Polizia Anticrimine della Questura di Reggio Calabria, su delega della suddetta Procura Distrettuale, nei confronti di Comerci è incessantemente proseguita fino all’emissione, da parte dell’Autorità Giudiziaria competente, di un Decreto di sequestro beni, sulla base degli elementi info-investigativi raccolti con cui è stato riscontrato come Nicola Comerci, dagli anni ‘70 in poi, abbia costruito un impero economico, soprattutto nel campo delle strutture ricettive, della ristorazione e dei villaggi turistici, grazie all’appoggio fornito dalla potente cosca Piromalli ed ai legami tra la suddetta cosca e quella dei Mancuso di Vibo Valentia.
Il Tribunale di Reggio Calabria – Sezione Misure di Prevenzione, accogliendo le risultanze delle indagini patrimoniali, ha disposto il sequestro di:

- un immobile a due piani fuori terra nella disponibilità di Domenico Comerci, figlio di Nicola, sito in Parghelia (VV);
- un’area destinata al parcheggio del complesso turistico “Baia Tropea Resort” sito in Parghelia (VV).

L’attività operativa è stata eseguita con la collaborazione del personale della Divisione Polizia Anticrimine della Questura di Vibo Valentia.
Il valore dei beni sequestrati ammonta a circa 600 mila euro.

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2017 © avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative