accedi | registrati | 19-7-2018

Si terrà dal 5 al 13 maggio e si inserisce nel cammino di preparazione al Sinodo dei giovani

Varapodio, tutto pronto per la Settimana Vocazionale di Oppido

di Redazione Web 26/04/2018

Dalle celebrazioni liturgiche ai momenti di riflessione e di testimonianza, perché tutti, nessuno escluso, rinnovino il proprio sì a Gesù. Un evento di grande grazia che la diocesi di Oppido Mamertina-Palmi si appresta a vivere a Varapodio nell’ambito della “Settimana Vocazionale”, proposta dal Centro diocesano vocazioni e dal suo direttore don Gaudioso Mercuri, parroco di Varapodio, facendo seguito alla Veglia di preghiera celebrata nella Cattedrale-Santuario Maria Santissima Annunziata di Oppido Mamertina domenica scorsa in occasione della 55.ma Giornata mondiale di preghiera per le Vocazioni. L’evento che si terrà dal 5 al 13 maggio si inserisce nel cammino di preparazione al Sinodo dei giovani, indetto dal Santo Padre, al quale anche la nostra Diocesi si sta preparando da tempo. In linea con il tema della 55.ma GMPV, “Dammi un cuore che ascolta” (1Re 3, 9),  la Settimana Vocazionale Diocesana, progettata ed animata da una equipe della Famiglia del Rogate (sacerdoti, suore e laici) insieme all’equipe del Centro Diocesano Vocazioni, inizierà sabato 5 maggio alle ore 18.30 accogliendo le sante reliquie di S. Annibale Maria Di Francia, apostolo della preghiera per le vocazioni, al Calvario sito all’inizio di Varapodio. L’itinerario formativo della Settimana si muoverà poi nell’ambito della pastorale sacramentale parrocchiale, dalla vocazione battesimale fino alla scelta di speciale consacrazione, sui binari della catechesi (ascolto della Parola, annuncio, proposta vocazionale), della preghiera eucaristica, della celebrazione dei Sacramenti. La Settimana Vocazionale Diocesana è un invito alle comunità, alle associazioni ed ai movimenti ad essere un “terreno buono”, cioè a collaborare all’opera della salvezza, per riconoscere i germi di vocazione che Dio con fedeltà sparge nel popolo di Dio. Una settimana, quindi,  intensa e ricca di appuntamenti, spirituali e culturali, che “ci aiuterà a comprendere - afferma il Cdv- che ogni vocazione specifica non è mai né in opposizione, né semplicemente in alternativa ad un’altra, ma contiene sempre qualcosa dell’altra dalla quale può imparare ed impara ciò che manca a se stessa”. Non mancheranno le visite da parte dei Padri alle famiglie ed ai bambini delle scuole elementari e medie del paese e  per tutti i bambini e tutti  i ragazzi si aggiunge la bellissima proposta del “Buongiorno a Gesù”: un momento durante il quale, ogni mattina, nella chiesa di San Nicola potranno sostare per 10 minuti con Gesù per salutarlo e ringraziarlo con un momento di preghiera e di canto prima dell’inizio delle lezioni. Il parroco ha inoltre organizzato un gruppo di volontari che accompagneranno in parrocchia anziani e tutti coloro che non possono spostarsi autonomamente da casa, dando loro la possibilità di partecipare alle funzioni. “Tutti siamo chiamati a partecipare, vivendo in spirito di comunione e preghiera questo  tempo di grazia che il Signore concede all’intera comunità diocesana - conclude il Cdv- perché ognuno possa e voglia fare della propria vita una concreta risposta d’Amore alla chiamata di Cristo Gesù che desidera farci vivere in pienezza! Questo evento sarà di una ricchezza spirituale e sociale senza precedenti per la città di Varapodio e per l'intera diocesi che giungerà festante nella cittadina ascoltando la voce del Cristo Risorto”.

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2017 © avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative