accedi | registrati | 14-8-2018

A Reggio padre Morra, fu tra i frati più vicini a padre Pio

Dal 23 al 26 maggio sarà a Reggio l'ultimo testimone diretto della santità del religioso di Pietrelcina

di Redazione Web 21/05/2018

Padre Marciano Morra è l’ultimo frate che ha vissuto accanto a Padre Pio: custodire la sua eredità è diventata la sua missione, attraverso le numerose pubblicazioni sulla vita e la spiritualità del santo con le stimmate, ma anche con il suo infaticabile apostolato in giro per l’Italia ed il mondo.
Tra le sue tante visite come testimone d’eccezione di Padre Pio quella più famosa resta forse quella a Buenos Aires nel 2002, su invito dell’allora card. Jorge Mario Bergoglio, che dalla sua viva voce desiderava conoscere di più sul frate cappuccino appena canonizzato, la cui eco era giunta sin lì già qualche tempo prima, attraverso la diffusione dei Gruppi di preghiera da lui avviati.

Il ritratto di santo del popolo, della carità e del confessionale, tracciato da padre Marciano, nel quale già allora il vescovo argentino poteva individuare i carismi di Padre Pio, è quello sul quale il futuro papa Francesco ha poi plasmato l’immagine del santo cappuccino quale icona della misericordia per il Giubileo da lui indetto nel 2016. Padre Marciano Morra era al tempo segretario generale dei gruppi di preghiera di padre Pio, incarico ricoperto per ben 25 anni.

Padre Marciano, che è stato anche segretario nazionale dei Predicatori Cappuccini e superiore del Convento di S. Giovanni Rotondo, sarà a Reggio Calabria dal 23 al 26 maggio, su invito del Gruppo di preghiera “Divina Misericordia” della Chiesa di Santa Maria del Lume in Pellaro, che insieme al suo parroco don Antonino Sgrò, ha elaborato un intenso programma di appuntamenti in quella che è la settimana dell’anniversario del compleanno di Padre Pio, che cade quest’anno nel cinquantesimo dalla sua morte, avvenuta nel 1968.

Padre Marciano incontrerà il 23 maggio i Gruppi di Preghiera di Padre Pio dell’Arcidiocesi reggina-bovese nella Chiesa del SS. Redentore a Palizzi Marina, sede del gruppo più lontano della diocesi, guidato da don Leone Stelitano, alla presenza del vicario generale mons. Gianni Polimeni, che è anche la guida spirituale dell’ultimo gruppo nato in diocesi, quello della Parrocchia “Maria Ss. Assunta” della Basilica Cattedrale. Il 24 pomeriggio sarà invece nella Chiesa di “Maria Ss. di Porto Salvo” a Cannitello, ospite del Gruppo diretto da padre Antonio Carfì e venerdì 25, giorno del compleanno di Padre Pio, sarà nella Chiesa di S. Maria del Lume” a Pellaro.

A chiudere la visita reggina di padre Marciano sarà la presentazione del suo ultimo libro “Con Padre Pio a tu per tu” nel Palazzo della Cultura “Corrado Alvaro” di Reggio, incontro organizzato in sinergia con l’Associazione Culturale “Anassilaos”, che vedrà la presenza del Delegato alla Cultura della Città metropolitana, Filippo Quartuccio, e gli interventi di Stefano Iorfida, presidente di Anassilaos e di Gianni Mozzillo, direttore dell’Associazione “Amici di Padre Pio” e “Araldi di S. Pio” di Pietrelcina. Il titolo del libro, che fa da leit motiv a tutti gli appuntamenti, è la possibilità di un dialogo con Padre Marciano su alcuni temi importanti, come quello della famiglia, quello sociale, quello politico, attraverso la spiritualità di un santo nostro contemporaneo, che ha incarnato quella simbiosi tra fede e carità, tra preghiera e opere concrete come l’ospedale, le scuole e le attività sociali, quanto mai necessaria al cristiano di oggi per poter incidere sulla realtà in cui vive.

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2017 © avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative