accedi | registrati | 23-6-2018

San Salvatore, al via il restauro della statua di Sant'Antonio

Gli interventi di recupero e conservazione saranno eseguiti dall'artista Giuseppe Mantella

di Redazione Web 22/05/2018

La comunità parrocchiale di San Giuseppe - Santissimo Salvatore ieri ha vissuto un momento molto particolare: sono iniziati i lavori di restauro della statua di Sant'Antonio conservata nella chiesetta di Sant'Antonio in San Salvatore di Cataforio.

L'iter per il rilascio delle necessarie autorizzazioni era stato avviato nella seconda metà del 2016. La commissione diocesana d'arte sacra ha autorizzato l'intervento all'inizio del 2017. L'ultimo documento necessario, rilasciato dal Ministero dei Beni delle Attività Culturali e del Turismo, è stato firmato il 15 maggio scorso. L'alta sorveglianza ministeriale per i lavori di restauro sarà seguita dalla Dottoressa Maria Cristina Schiavone della Sovrintendenza di Reggio Calabria.

Il restauratore Giuseppe Mantella, che eseguirà l'intervento di recupero, si è recato ieri nella frazione del comune di Reggio Calabria, per prelevare la statua in cartapesta leccese realizzata nella prima metà del '900 e trasportarla presso il Laboratorio di Restauro di Isca sullo Jonio.



L'artista calabrese ha spiegato che i lavori attraverseranno queste fasi di avanzamento:
• Rimozione dei depositi superficiali e dei protettivi alterati con operazioni meccaniche e chimiche in base ai test effettuati e ritenuti idonei;
• Preconsolidamento delle parti in fasi di distacco con materiali da concordarsi con la direzione dei lavori;
• Realizzazione di test di pulitura con idrocarburi (benzina rettificata, etano, tricloro etilene), con solventi (alcool, acetone, amile acetato), al fine d’individuare il livello di pulitura ritenuto più idoneo dalla direzione dei lavori;
• Consolidamento delle porzioni del manufatto in fase di collassamento con materiali da concordare con la direzione dei lavori;
• Pulitura delle superfici con materiali da concordare con la direzione dei lavori;
• Eventuale ripristino di vincoli meccanici che abbiano perduto efficacia mediante tecnica da stabilire con la direzione dei lavori;
• Stuccatura delle lacune con materiali e modalità da concordare con la direzione dei lavori;
• Reintegrazione pittorica delle lacune e delle stuccature con colori reversibili e tecniche riconoscibile da stabilire e concordare in sede operativa e con la direzione dei lavori.

I lavori di restauro si sono resi necessari a causa del cattivo stato di conservazione del simulacro del santo di Padova. «Allo stato attuale, e sulla base di un’indagine ancora esclusivamente esterna, ritengo che l'opera versi in cattivo stato di conservazione», ha dichiarato Giuseppe Mantella. «I numerosi problemi presenti sono riconducibili a più fattori di diversa natura, naturale o d’origine antropica, che nel loro concatenarsi e sovrapporsi hanno dato luogo a fenomeni di degrado spesso di grave entità - ha spiegato il restauratore - il deterioramento dei materiali che costituiscono l’opera d’arte, è un processo naturale e inarrestabile dovuto sia a fattori intrinseci all’opera stessa, legati quindi al tipo di materiali o al tipo di lavorazione e messa in opera, sia all’ambiente in cui si trova. È evidente la presenza di strati di colore sovrapposti dovuti presumibilmente a manutenzioni e ridipinture. Pertanto, un’indagine stratigrafica chiarirà il numero ed i rapporti di successione dei differenti strati colore, individuando quello più antico e quindi originale».

L'intervento di conservazione e recupero sarà concluso entro il 13 giugno, giorno della festa di Sant'Antonio. In quel giorno il simulacro sarà restituito alla venerazione della popolazione di San Salvatore di Cataforio, che vive un profondo legame con la spiritualità del santo abate. Per l'occasione l'arcivescovo emerito di Reggio Calabria - Bova, monsignor Vittorio Mondello, presiederà la santa messa alle ore 19 nella chiesa di San Giovanni, dove la Statua sarà sistemata per i festeggiamenti patronali.

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2017 © avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative