accedi | registrati | 20-9-2018

Per don Luigi Cannizzo, parroco di Santa Maria della Candelora, sono stati necessari 9 punti di sutura

Reggio, si spezza un altro ramo: ferito alla testa un sacerdote

di Redazione Web 02/07/2018

Reggio Calabria, continuano a spezzarsi i rami dagli alberi della via Marina. Questa volta i malcapitati sono stati due sacerdoti dell’arcidiocesi di Reggio Calabria – Bova. Don Luigi Cannizzo, parroco di Santa Maria della Candelora, e don Tonino Sgrò, parroco di Santa Maria del Lume in Pellaro, infatti, alle 12.15 di oggi, 2 luglio 2018, si trovavano a pochi metri dal gazebo di una nota gelateria quando un ramo di un Ficus Magnolioides ha raggiunto alla testa don Cannizzo, mentre don Sgrò è stato colpito alla spalla.

Grande preoccupazione anche per gli altri due confratelli presenti, don Gaetano Galatti e don Nino Russo; i quattro avevano da poco terminato di celebrare la messa di ringraziamento per il proprio anniversario sacerdotale. Dopo l’intervento dei soccorritori, don Cannizzo e don Sgrò sono stati trasferiti presso il Pronto Soccorso del Grande ospedale metropolitano.

Per don Cannizzo sono stati necessari ben nove punti di sutura alla testa, ma in seguito all’esame diagnostico della Tac è stato scongiurato l’interessamento di organi vitali. Presso il nosocomio cittadino sono convenuti gli uomini della Polizia municipale che hanno registrato la denuncia del sacerdote.

La notizia ha destato grande preoccupazione nel clero reggino e nella comunità diocesana.

Già l’anno scorso, gli alberi secolari della via Marina della città dello Stretto finirono al centro delle cronache per gli ingenti danneggiamenti provocati a esercizi commerciali e automobili. Si attendeva, come annunciato, un pronto intervento dalla Pubblica Amministrazione, ma stante ai fatti odierni questo non sembra sortire l’effetto sperato.

Aggiornamento: Il Comune chiama i sacerdoti e annuncia verifiche sui lavori.

 

"Solidarietà e piena vicinanza" ai due Sacerdoti colpiti dalla caduta di un ramo sul Lungomare di Reggio Calabria è stata espressa dal Sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà che, insieme all'Assessore all'Ambiente del Comune di Reggio Calabria, ha manifestato in una telefonata il suo rammarico e la vicinanza dell'Amministrazione per l'episodio avvenuto ieri ai danni dei due prelati dell'Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova.

Nelle scorse settimane, come da programma, il Settore Ambiente dell’Amministrazione comunale aveva avviato le operazioni tecniche periodiche per la potatura e la manutenzione del patrimonio arboreo del Lungomare Falcomatà. Dopo gli interventi straordinari realizzati l’anno scorso, i lavori di manutenzione del verde pubblico previsti con l’avvio della stagione estiva, sono tutt’ora in corso.

Anche nella giornata di ieri la ditta incaricata dal Settore si trovava impegnata negli interventi manutentivi nella parte nord del Lungomare Falcomatà. Nei prossimi giorni le operazioni di potatura di tutti gli alberi del Lungomare continueranno come da programma. Nel frattempo, a seguito della denuncia sporta dai due Sacerdoti colpiti dal ramo, saranno esperite le necessarie verifiche atte ad accertare le responsabilità dell'accaduto.


 

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2017 © avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative