accedi | registrati | 25-11-2020

Neroarancio costretti a giocare in campo neutro a Barcellona P.G.

Viola, il prossimo avversario: Angelico Biella

di Federico Minniti 07/10/2016

Non sarà semplice affrontare Biella, ancor di più in campo neutro. Se è vero che nella scorsa stagione proprio contro i ragazzi di coach Magro si conquistò la vittoria più emozionante del torneo, quest'anno la Viola rimane avversa dai favori dei pronostici. L'Angelico ha cambiato poco o niente, riconfermando l'asse a stelle e strisce Hall - Ferguson che è il cuore pulsante del gioco tutto pick'n'roll di un roster che vuole dire la sua in questa lega. La gara d'esordio, vinta per 68-58 nel derby contro Casale Monferrato, ha ben distribuito le risorse tra gli uomini schierati da Magro, con un assoluto (ed inaspettato) protagonista: Amedeo Tessitori. Venti punti in ventitré minuti giocati col 67% dal campo, performance sublime impreziosita dagli 8 rimbalzati ed una stoppata. Insomma un fattore di incidenza sulla vittoria contro Blizzard e compagni notevolissimo. Ferguson (miglior marcatore dello scorso campionato), Hall e Tessitori, ma anche Udom, De Vico Venuto nelle rotazioni di Biella. Proprio la panchina non certo lunghissima potrebbe essere un limite di una squadra che è già nei giochi e che arriva al PalAlberti di Barcellona Pozzo di Gotto consapevole dei propri mezzi.

Quì Viola.

Ancora ai box Ion Lupusor, test importante per Micevic e Falluca. La Viola sa di essere in forte sofferenza nello spot di quattro, con Guariglia ancora un po' acerbo. Intanto la società chiama a raccolta i propri tifosi: «Coloriamo di arancione il PalAlberti».

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2020 ©avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative