accedi | registrati | 14-12-2018

Accolto il ricorso presentato dai laboratori d'analisi convenzionati della Calabria

Calabria, il Tar boccia le politiche del Commissario Scura

di Redazione Web 26/09/2018

E' una sconfitta sonora quella incassata dal Commissario ad acta per la sanità Massimo Scura, relativamente ai decreti con i quali lo stesso rimodulava i budget delle strutture private accreditate.

Il Tribunale Amministrativo Regionale ha, infatti, accolto il ricorso presentato dai laboratori d'analisi convenzionati della Calabria e dalle associazioni sindacali di categoria.

Una decisione che cancella, di fatto, i decreti numero 72 del 26 marzo 2018 e 87 del 24 aprile 2018 che imponevano un tetto massimo di finanziamento per le strutture private accreditate al servizio sanitario pubblico in qualità di rimborsi per le prestazioni erogate, sforbiciata che aveva indotto i titolari delle cliniche ad annunciare riduzione degli orari di lavoro e licenziamenti di massa.

Nel testo della sentenza si legge che questo ricorso può essere accolto "sotto il profilo dell'eccesso di potere per irragionevolezza, carenza di motivazione e difetto di istruttoria".

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2017 © avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative