accedi | registrati | 19-12-2018

A dirlo il ministro della Salute, Giulia Grillo commentando l'indiscrezione del nome di un generale dei carabinieri, Saverio Cotticelli

Grillo: «Sanità militarizzata? In Calabria è necessario»

di Redazione Web 06/12/2018

«I commissari e i subcommissari alla sanità nelle Regioni saranno generali e tenici, scelti cioè sia fra figure di legalità che tecniche. Mi hanno accusata di voler militarizzare la sanità, ma in alcune realtà questo è necessario». A dirlo il ministro della Salute, Giulia Grillo, ospite per un’intervista esclusiva al palazzo dell’Informazione dell’Adnkronos.

«Stiamo cercando una figura di legalità e una figura tecnica - ha ribadito il ministro - lo schema che seguiamo è questo. In Molise mi hanno accusato di voler militarizzare la sanità: non è così. Ma in Molise, Calabria, Campania non puoi non mettere una figura di legalità, sono Regioni dove sono agli onori della cronaca i problemi giudiziari. Quindi lo schema sarà questo: un generale e un tecnico, come subcommissario, così si ha una squadra completa», ha concluso.

Nei giorni scorsi, per la Calabria, era trapelato il nome di un generale dei carabinieri, Saverio Cotticelli, ma la sua nomina non è mai stata ufficializzata.

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2017 © avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative