accedi | registrati | 15-12-2019

Il 13 novembre 2016 a San Giorgio al Corso verranno presentati i laboratori

Attendiamoci in piazza con Le Officine del Lavoro

di Redazione Web 08/11/2016

Un’occasione pratica di rivoluzione dell’ordinarietà per i giovani del nostro territorio: è questo ciò che, dal febbraio di quest’anno, rappresenta per la città il progetto formativo Le Officine del Lavoro, promosso dall’associazione Attendiamoci ONLUS, risultata vincitrice dell'Avviso Pubblico “Giovani per il Sociale” indetto dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri -  Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile. Attraverso il bando “È l’uomo che fa: la fabbrica delle giovani idee”, con i colloqui di selezione e l’ammissione dei laber (i giovani innovatori protagonisti dei laboratori) ha preso via il progetto, il quale ha come obiettivo supportare giovani con idee innovative nel processo di trasformazione delle loro intuizioni in prototipi. Un percorso pratico, nel quale i laber hanno a disposizione tutti gli strumenti tecnici necessari per lo sviluppo dell’idea ed assistenza lungo il percorso, grazie anche all’accompagnamento di docenti e tutor specializzati; ma anche una formazione teorica, offerta da professionisti e manager che hanno seguito i giovani nell’acquisizione e lo sviluppo di competenze trasversali. I giovani innovatori stanno già perfezionando le idee ammesse al percorso, cominciando a valutare la competitività delle stesse sul mercato, in un’ottica di concretizzazione in prototipo brevettabile. Domenica 13 novembre, dalle ore 10 alle ore 20, presso la Piazza di San Giorgio al Corso verranno organizzati dei piccoli spazi (delle “botteghe”), per presentare alla cittadinanza i laboratori, attivi presso le strutture dell’associazione Attendiamoci, fruibili dai giovani del nostro territorio che abbiano voglia di mettersi all’opera, e che, in questi mesi, stanno ospitando le attività formative dei laber. Gli ambiti attivi sono: il food lab, per sviluppare, trasformare e valorizzare i frutti della nostra terra; il creative lab, per progettare nuovi modelli grafici e lavorare anche nell’ottica del riutilizzo dei materiali; l’Hi-Tech lab, alla ricerca di nuove soluzioni con l’utilizzo delle tecnologie più avanzate; e il wood lab, la lavorazione del legno per fabbricare nuove strutture e prodotti. Domenica sarà l’occasione, dunque, per presentare i laboratori a quei giovani creativi, desiderosi di mettersi in gioco e di impegnarsi per trasformare un sogno in progetto sostenibile, ma ci sarà anche l’opportunità di conoscere l’offerta formativa dell’associazione Attendiamoci per il nuovo anno sociale appena iniziato, inaugurato con la mostra fotografica “E cominciarono a fare festa” in occasione del quindicesimo anniversario dalla fondazione. È dalla bellezza e dalla necessità di rendere fatto le proprie idee che nascono le Officine del Lavoro ed è dalla volontà di servire i giovani in maniera sempre più rispondente alle loro esigenze che vengono individuati gli strumenti utili e le strategie educative per realizzare la mission associativa (prevenire il disagio giovanile e promuovere le risorse personali).

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2019 © avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative