accedi | registrati | 20-4-2019

Si terrà domenica 20 gennaio alle ore 18.00 presso la Sala Monsignor Ferro di Palazzo Alvaro, a Reggio Calabria

Antonino Scopelliti, domenica il premio in memoria del giudice

di Redazione Web 18/01/2019

Il Premio Antonino Scopelliti 2019 si terrà domenica 20 gennaio alle ore 18.00 presso la Sala Monsignor Ferro di Palazzo Alvaro, a Reggio Calabria. Nella data simbolica del compleanno dell’alto magistrato, saranno conferiti i riconoscimenti a personalità che operano in Calabria, che si sono distinte per il proprio impegno nel contrasto alla criminalità, nella diffusione dei principi di legalità e nella promozione e valorizzazione del territorio come strumento di resistenza alle mafie.  Il Premio Antonino Scopelliti 2019, si svolge con il patrocinio istituzionale della Camera dei Deputati, della Regione Calabria e della Città Metropolitana di Reggio Calabria, e con l’attiva partecipazione del Conservatorio musicale Francesco Cilea. Lo svolgimento dell’evento è stato possibile grazie anche al contributo delle fondazioni Caterina Marzano e Gthecnology.

“Il Premio intitolato a papà – afferma Rosanna Scopelliti – vuole essere innanzitutto un momento di memoria e di riflessione sull’importanza di un impegno costante e concreto non solo nella diffusione dei principi di legalità, ma anche nella promozione delle nostre eccellenze. Nonostante la presenza della ‘ndrangheta, infatti, nella nostra terra sono tanti gli esempi positivi che operano per rendere la Calabria un territorio lontano dagli stereotipi di mafia e malaffare e che, con le loro professionalià, conferiscono un valore aggiunto necessario al benessere della collettività, fondamentale per una rinascita culturale capace di soppiantare i disvalori delle mafie”. “Andare avanti attraverso la cultura e l’arte, coinvolgendo soprattutto i giovani, è fondamentale – ha dichiarato Maria Grande, Direttore del Conservatorio Francesco Cilea di Reggio Calabria – ed è per questo che il Conservatorio ha aderito con grande interesse al Premio Scopelliti, perché valorizza l’espressione artistica musicale come eccellenza del nostro territorio”.  “Condividiamo i principi e i valori della Fondazione, soprattutto per la qualità dei servizi che svolge sul territorio. Si tratta infatti di attività che l’Amministrazione ritiene ormai istituzionalizzate, in quanto permettono alla politica di ricucire i rapporti con i cittadini” conclude Nino Castorina, Consigliere metropolitano.
 
E proprio nella giornata di ieri, è stato ufficializzato che saranno desecretati tutti gli atti relativi alla carriera in magistratura di Antonino Scopelliti, il giudice assassinato nel 1991 in Calabria. Il 20 gennaio prossimo, a 84 anni dalla sua nascita, il Csm ricordera’ così il giudice Antonino Scopelliti, che venne ucciso quando ricopriva l’ incarico di sostituto Procuratore generale in Cassazione ed era stato designato per sostenere l’ accusa nel maxi processo alla mafia. Lo fara’ quindidecretando e pubblicando sul proprio sito gli atti contenuti nel suo fascicolo personale. Nella sua carriera Scopelliti si era occupato di importanti processi: tra i tanti quelli sulle stragi di Piazza Fontana e piazza della Loggia e sugli omicidi di Aldo Moro, Rocco Chinnici ed Emanuele Basile.

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2019 © avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative