accedi | registrati | 27-6-2019

C'è anche un figlio di immigrati ucraini, Roman Moryak, di 13 anni, simbolo di integrazione, tra i 29 giovani nati tra il 1999 e il 2008

Eccellenze italiane, Mattarella premia un tredicenne calabrese

di Redazione Web 25/02/2019

C'è anche un giovane, figlio di immigrati ucraini, Roman Moryak, di 13 anni, simbolo di integrazione, tra i 29 giovani nati tra il 1999 e il 2008 insigniti dell'attestato d'onore di "Alfiere della Repubblica" dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella. I destinatari dell'onorificenza "si sono distinti come costruttori di comunità, attraverso la loro testimonianza, il loro impegno, le loro azioni coraggiose e solidali" e "rappresentano modelli positivi di cittadinanza e che sono esempi dei molti ragazzi meritevoli presenti nel nostro Paese".
 
Il giovanissimo Moryak,residente a Sant'Eufemia d'Aspromonte, "si è distinto - è scritto nel comunicato del Quirinale - per la passione e l'impegno dimostrati prima nello studio del sassofono, poi nell'attività di calciatore, e quindi in quella di scacchista. Nei tornei di scacchi ha ottenuto piazzamenti importanti a livello regionale e nazionale. Essendo figlio di immigrati ucraini, nella sua comunità è divenuto un simbolo positivo di integrazione".

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2019 © avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative