accedi | registrati | 21-5-2019

Presentato il servizio di «sintesi vocale» a bordo di un mezzo dell'Atam, l'azienda di trasporto pubblico

Atam, sui bus aumenta il comfort per i disabili

di Redazione Web 08/03/2019

A bordo del bus di linea 113 è stato presentato ufficialmente il nuovo servizio di sintesi vocale a bordo dei mezzi di linea aziendali Atam. Una voce sia all’interno che all’esterno del mezzo indica la fermata di arrivo identificando il numero di bus. Un servizio essenziale per le persone con ridotta capacità visiva ma anche per i turisti in transito che non conoscono la città. La richiesta all’Amministratore, Francesco Perrelli, era stata fatta proprio dalle associazioni cittadine in occasione di un incontro pubblico alcuni mesi fa all’Urban Center. Da li l’annuncio dell’impegno in prima persona e, giovedì, l’attivazione del servizio a favore dei non vedenti. Un passo in avanti in termini di comfort e utilità.

Si tratta di un sintetizzatore vocale capace di annunciare in anticipo le fermate degli autobus e che sarà molto utile ad anziani, turisti e ancor di più ai non vedenti. La presentazione del nuovo ed utilissimo servizio al nutrito gruppo di non vedenti presenti si è tenuta a bordo della linea 113, al fine di offrire la possibilità di effettuare una corsa di prova sull’autobus accessoriato del nuovo sintetizzatore vocale.
Soddisfazione nelle parole dell’Amministratore Unico di Atam, Francesco Perrelli: «Il servizio di sintesi vocale è in grado di riconoscere, non solo, le fermate e di anticiparle ai passeggeri ma, grazie al collegamento al sistemi satellitari di bordo, riesce ad aggiornare le informazioni rilevando eventuali cambiamenti– ha spiegato. Attualmente la sintesi vocale è presente sui 14 bus acquistati lo scorso anno con fondi Pon Metro e su ulteriori 8 mezzi già parte del parco mezzi Atam. Garantisco, comunque, che tutti i bus che acquisteremo avranno oltre la dotazione di bordo anche quest’indispensabile sistema. È un notevole passo in avanti che ha visto il pieno coinvolgimento da parte di tutte le professionalità interne all’azienda nell’implementazione di questo sistema che ci ha consentito di mantenere la promessa fatta alle associazioni dei non vedenti.
Un aiuto non indifferente, dunque, per tutte quelle persone disabili visivi che potranno sapere quando arriverà l’autobus e una volta a bordo tenere sotto controllo il percorso e sapere in piena autonomia quando scendere».

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2019 © avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative