accedi | registrati | 25-5-2019

Il direttore del settimanale L'Avvenire di Calabria è giunto terzo assoluto nei suffragi

Fisc, don Imeneo eletto nel consiglio nazionale

di Redazione Web 26/11/2016

La Delegazione calabrese della Federazione Italiana dei Settimanali Cattolici (FISC) presieduta da don Enzo Gabrieli, direttore del settimanale “Parola di Vita” dell’Arcidiocesi di Cosenza-Bisignano, esprime grande soddisfazione per l’elezione in Consiglio nazionale di don Davide Imeneo, direttore della testata di Reggio “L’Avvenire di Calabria” (terzo per consensi ricevuti). Con l’elezione di don Imeneo, il direttore più giovane di Italia, che si unisce a don Gabrieli già presente nel Consiglio nazionale, si rafforza la presenza dei direttori calabresi le cui testate negli ultimi anni sono cresciute per numero, diffusione e professionalità. .
La Fisc Calabria esprime altresì vivo compiacimento perché anche nella Consulta tecnico-amministrativa della stessa Federazione, l’avvocato e giornalista Raffaele Scionti della testata diocesana di Cosenza, ha ottenuto un significativo numero di consensi collocandosi al secondo posto dopo il coordinatore uscente.
L’elezione è avvenuta nel corso della XVIII assemblea nazionale elettiva, dedicata al tema “Tutto è connesso, tutto è collegato”, che si conclude oggi a Roma. L’assemblea elettiva è un appuntamento triennale volto a costituire, appunto, il nuovo Consiglio nazionale, che alla prima riunione eleggerà la presidenza del prossimo triennio. L’assise, prima di procedere all’elezione, ha fatto proprie le riflessioni di monsignor Nunzio Galantino, segretario generale della Cei, che ha tenuto la relazione inaugurale e si è confrontata sulle sfide future dei settimanali. Si è quindi proceduto al voto.
Questi gli eletti: Adriano Bianchi, direttore della Voce del Popolo (Brescia), con 105 voti; Mauro Ungaro, direttore della Voce Isontina (Gorizia), con 87 voti; Davide Imeneo, direttore dell’Avvenire di Calabria (Reggio Calabria-Bova), con 58 voti; Giulio Donati, direttore del Piccolo (Faenza-Modigliana), con 55 voti; Oronzo Marraffa, direttore di Adesso (Castellaneta), con 53 voti; Marco Gervino, direttore del Letimbro (Savona-Noli), con 49 voti; Ezio Bernardi, direttore della Guida (Cuneo), con 37 voti; Walter Lamberti, direttore della Fedeltà (Fossano), con 28 voti; Silvano Esposito, direttore del Biellese (Biella), con 22 voti; Guglielmo Frezza, direttore della Difesa del Popolo (Padova), con 24 voti; Lauro Paoletto, direttore della Voce dei Berici (Vicenza), con 16 voti; Daniela Verlicchi, direttrice di RisVeglio Duemila (Ravenna-Cervia), con 4 voti; Carlo Cammoranesi, direttore (Fabriano-Matelica), con 47 voti; Francesca Cipolloni, di Emmaus (Macerata), con 22 voti; Pino Malandrino, direttore della Vita Diocesana (Noto), con 38 voti; Carmine Mellone, di Agire (Salerno), con 36 voti. I votanti sono stati 141.
All’Assemblea elettiva appena conclusa, nel mese di dicembre, seguirà il primo Consiglio nazionale per l’elezione del presidente e dell’esecutivo FISC.

Partecipa alla discussione

Esegui il login

Articoli Correlati

Domenica in edicola. L'accoglienza è generatrice di solidarietà

25/05/2019 - Torna l'appuntamento con L'Avvenire di Calabria, settimanale diocesano di Reggio, in uscita - su tutto il territorio regionale - come ogni domenica con Avvenire, il quotidiano dei cattolici italiani. L'apertura del giornale è dedicata alle storie di volontariato portate avanti dai migranti di seconda generazione. Le storie di Hanane e Valentin aprono una seria riflessione sul welfare generativo, vera fucina per la solidarietà italiana.

Domenica in edicola. Ma quale antimafia per questa Calabria?

18/05/2019 - Torna l'appuntamento con L'Avvenire di Calabria, settimanale diocesano di Reggio, in uscita - su tutto il territorio regionale - come ogni domenica con Avvenire. L'apertura del giornale è dedicata all'antimafia a pochi giorni dall'anniversario della Strage di Capaci. Per il pm Stefano Musolino, lo Stato ha sbagliato: interdittive e scoioglimenti «emessi sulla nase di meri sospetti» deprimono il tessuto sociale ed economico della città.

Domani in edicola: «La Calabria non è regione per poveri»

11/05/2019 - L'apertura è dedicata al Terzo Settore che, in Calabria, vive uno stato di perenne difficoltà. Ne abbiamo parlato con Luciano Squillaci, presidente della Federazione italiana comunità terapeutiche. da parte degli operatori si registra una voglia di cambiamento, ma la politica è sempre più sorda al bisogno dei più fragili. Intanto Salvini: «C'e' una gestione fallimentare della Regione Calabria»

Tag

L'Avvenire di Calabria Avvenire Avvenire di Calabria
Copyright 2016-2019 © avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative