accedi | registrati | 24-8-2019

Per il pm Stefano Musolino, lo Stato ha sbagliato: interdittive e scoioglimenti «emessi sulla nase di meri sospetti» deprimono il tessuto sociale ed economico della città

Domenica in edicola. Ma quale antimafia per questa Calabria?

di Redazione Web 18/05/2019

Torna l'appuntamento con L'Avvenire di Calabria, settimanale diocesano di Reggio, in uscita - su tutto il territorio regionale - come ogni domenica con Avvenire, il quotidiano dei cattolici italiani. L'apertura del giornale è dedicata all'antimafia a pochi giorni dall'anniversario della Strage di Capaci.
 
Nel dossier di questa settimana il ricordo della strage di Capaci in cui perse la vita il giudice Giovanni Falcone. Le celebrazioni e la memoria, ma anche il progetto di un'antimafia diversa, un'antimafia dei fatti. Per il pm Stefano Musolino, lo Stato ha sbagliato: interdittive e scoioglimenti «emessi sulla nase di meri sospetti» deprimono il tessuto sociale ed economico della città.
 
Altra intervista molto interessante è quella al fratello di Maria Chindamo, l'imprenditrice scomparsa il 6 maggio del 2016. Verità e giustizia è la richiesta su un caso avvolto dalla mentalità mafiosa.
 
Il tema preminente di attualità è la sospensione dei servizi di assistenza domiciliare per i pazienti dell'area metropolitana dello Stretto di Reggio Calabria. Una scelta operata dall'Asp locale e che mortifica anni di impegno da parte di decine di organizzazione no-profit. Continua, inoltre, la bagarre sulla sanità calabrese con l'ultima audizione in commissione alla Camera del governatore Oliverio.
 
Una città che, però, sa spendersi ancora per gli ultimi: tornerà anche quest'estate l'appuntamento con il Soggiorno Sociale di Cucullaro che ha per tema una frase di don Italo Calabrò: «Nessuno escluso, mai».
Un pezzo di storia ecclesiale reggina-bovese, proprio come la storica visita, 40 anni fa, di una grande santa della carità: Madre Teresa di Calcutta. Ecco il suo lascito spirituale ai fedeli della nostra diocesi.
 
Rispetto alla vita ecclesiale regionale proponiamo la cronaca dell'incontro tra l'Aido Calabria e il Santo Padre, nonché le ultime novità dai Cenacoli di preghiera di Mamma Natuzza. Tornando in riva allo Stretto, troviamo una diocesi che sa coniugare l'impegno contemplativo a quello culturale: alla parrocchia dell'Itria si è discusso di Europa e futuro, in un'epoca dominata dai populismi.
 
Infine lo sport con l'analisi dell'anno di Reggina e Viola, massime espressione sportive del territorio.

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2019 © avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative