accedi | registrati | 7-12-2019

In occasione della presentazione della relazione annuale del Garante per i diritti dei detenuti di Reggio Calabria

Essere citttadini anche dietro le sbarre? Ecco ''Punto Città''

di Redazione Web 12/06/2019

In occasione della presentazione della relazione annuale del Garante per i diritti dei detenuti di Reggio Calabria è stata sottoscritta anche un’importante convenzione fra il direttore del carcere ed il sindaco del Comune capoluogo,, unitamente alla dirigente del settore “Anagrafe”, avente ad oggetto l’attivazione dello sportello “Punto Città” in carcere, per consentire mensilmente ai detenuti di fruire dei servizi comunali relativi a tutte le pratiche amministrative connesse ai relativi servizi anagrafici.
«È una convenzione nata per poter svolgere le attività anagrafiche di grande importanza per riscuotere la pensione o altri atti necessari per i detenuti», ha detto il Garante, Agostino Siviglia.
«La convenzione è estremamente importante per i nostri ospiti che avranno così la possibilità di riscuotere la pensione – spiega il direttore del carcere, Calogero Tessitore – Finalmente risolviamo, grazie alla sensibilità del sindaco e del garante, un grande problema».

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2019 © avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative