accedi | registrati | 18-8-2019

Legambiente Calabria richiede un programma di ora la riqualificazione dell'area

Centrale di Saline Joniche, chiuso procedimento

di Redazione Web 29/11/2016

Dopo anni di battaglie si è messa finalmente la parola fine ad una vicenda che ha visto una mobilitazione massiccia da parte dei cittadini e del mondo associativo che, attraverso anche il Coordinamento No Carbone, si sono battuti per contrastare la realizzazione della centrale a carbone a Saline Joniche.

Legambiente Calabria ha portato avanti una dura lotta attraverso il Circolo locale di Reggio Calabria, sempre in prima linea in difesa del territorio e per la salute dei cittadini.

L’archiviazione del procedimento da parte del Ministero gratifica le attività svolte e stimola al raggiungimento di altre ed importanti battaglie che l’Associazione ambientalista persegue con entusiasmo ed ottimismo perché fiduciosa del lavoro della magistratura e delle Istituzioni.

La presidente del circolo di Reggio Calabria Nicoletta Palladino ed il presidente di Legambiente Calabria Francesco Falcone chiedono ora che “si proceda subito alla riqualificazione dell’area”.

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2019 © avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative