accedi | registrati | 19-7-2019

La religiosa è la fondatrice delle Ancelle Parrocchiali dello Spirito Santo

Locri, chiusura inchiesta diocesana su madre Giuditta Martelli

di Redazione Web 14/06/2019

Sabato 15 giugno 2019, alle ore 16,00, nel Salone del Centro Pastorale di Locri, si terrà la chiusura dell’Inchiesta Diocesana sulla vita, le virtù e la fama di santità della Serva di Dio, Madre Giuditta Martelli, fondatrice delle Ancelle Parrocchiali dello Spirito Santo (APSS).

Tale sessione pubblica, alla quale sono invitati le autorità civili e religiose e i fedeli tutti, sarà presieduta da S.E. Rev.ma monsignor Francesco Oliva, vescovo di Locri-Gerace.

Il lavoro del Tribunale diocesano si è svolto nell’arco di 12 anni, dal 2007 ad oggi, e diverse figure di laici e sacerdoti si sono alternati nella ricerca e nella raccolta delle testimonianze. Dal 2017, Postulatore della Causa è stato nominato il Rev. Sac. Don Enzo Gabrieli del clero di Cosenza.

La Madre Generale delle APSS, suor Carina Canalita, a nome della Congregazione, esprime il suo ringraziamento al Signore, al Vescovo di questa Chiesa particolare, monsignor Oliva, e a quanti hanno collaborato in questi anni, a diverso titolo, per la causa di beatificazione della Serva di Dio, madre Giuditta Martelli.

Il vescovo di Locri-Gerace, S. E. monsignor Francesco Oliva, a conclusione dell’Inchiesta diocesana, manifestando gioia e gratitudine ha dichiarato: “Madre Giuditta Martelli esprime il volto positivo di una locride che ha profonde ed inconfondibili radici cristiane. Una scintilla di luce che illumina una terra troppo maltratta ed indica il cammino della santità come via di riscatto”.

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2019 © avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative