accedi | registrati | 10-12-2019

L'allarme è lanciato dall'Associazione medici stranieri in Italia: statistica definita come «molto preoccupante»

L'Amsi: «Calabria, entro il 2026 mancheranno 3mila medici»

di Redazione Web 27/06/2019

Entro il 2026 in Calabria mancheranno tremila medici tanto nelle strutture pubbliche che in quelle private. È quanto rende noto l’Amsi, Associazione medici stranieri in Italia, citando i risultati di un’indagine sul settore presentata in occasione del congresso Amsi svoltosi nei giorni scorsi a Roma. Dalle statistiche è emerso il dato definito “molto preoccupante” relativo alle proiezioni sulla carenza medici, infermieri e fisioterapisti per il servizio da qui a sette anni.

“Solo nei primi sei mesi del 2019 – hanno precisato i responsabili dell’Amsi – dalla Calabria sono giunte all’associazione 70 richieste di impiego per medici. La domanda di professionisti, che però riguarda contratti a tempo determinato, proviene sia dal pubblico sia dal privato”. Per l’Amsi il fenomeno della carenza di medici e di figure di supporto è “alquanto preoccupante, dato che si sta sviluppando, contemporaneamente, ad un altro problema abbastanza grave: la sempre più crescente richiesta di medici italiani di trasferirsi all’ estero. Un argomento di ineludibile importanza, dato che entro il 2026 – precisano i dirigenti dell’Amsi – saranno circa 100 mila i medici di cui si avrà bisogno sia nel settore pubblico quanto privato in base alle richieste giunte all’Amsi”.

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2019 © avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative