accedi | registrati | 21-11-2019

Torna il campo estivo diocesano dedicato ai pre-adolescenti dell'Azione Cattolica

Acr, crescere oltre a giocare: la spiritualità per i più piccoli

di Redazione Web 14/07/2019

di Giuseppe Sottilotta * - L’Azione cattolica dei ragazzi dell’arcidiocesi di Reggio–Bova considera il tempo estivo di bambini e ragazzi non solo come un mero momento ludico fine a sé stesso, ma come un’opportunità in cui l’esperienza del riposo dalla frenesia possa diventare riappropriazione di sé, della propria crescita e della propria spiritualità.
È in quest’ottica che, anche questa estate, l’equipe diocesana Acr lancia la proposta del campo diocesano rivolto ai ragazzi in età pre–adolescenziale, che si terrà dal 21 al 26 luglio presso il Soggiorno San Paolo di Cucullaro. In mezzo alle tante proposte che scandiscono la vita dei ragazzi, alle volte veicolanti messaggi che esulano da un qualsivoglia stile in favore di una omologazione annichilente, il campo diocesano Acr vuole essere un tempo di crescita che aiuti i ragazzi a leggere la propria esperienza nell’ottica del Vangelo, grazie al confronto con i coetanei, gli educatori e soprattutto con Dio. La centralità della loro vita, ricondotta alla verità del Vangelo aiuta i ragazzi a riconoscere la paternità di un Dio che li accompagna non solo nella realtà di un campo–scuola estivo, ma anche nel rumore dei loro contesti quotidiani, invitandoli a camminare nel solco della Sua Parola.
Le tematiche trattate nei vari anni, nel contesto di un’ambientazione il più possibile vicina agli accierrini, hanno osservato la vita dei ragazzi da varie angolazioni: il cammino della loro crescita in “Allegro crescendo” o la riscoperta di quel “di più” che Dio dona a ciascuno in “Prendi il largo – in te c’è di più”. Il tema che sarà sviluppato durante la prossima esperienza estiva sarà quello della felicità, una felicità diversa da tutto ciò che, nella sua ostentazione, si riduce a una vuota superficialità. Felicità che rivendica l’essere se stessi sulla popo-larità e la visibilità, l’accettazione dei propri limiti sulla presunzione di dover riuscire sempre ad ogni costo, la possibilità di avere uno spirito critico in opposizione alla crescente omologazione, in ascolto di Dio e degli altri.

* consigliere diocesano e membro di equipe Acr

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2019 © avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative