accedi | registrati | 23-9-2019

Operaio Calabria Verde deceduto, il cordoglio della Uila-Uil

Il segretario regionale Merlino esprime vicinanza alla famiglia di Romano Franzé, colpito da un fulmine. E auspica la pronta guarigione del collega

di Redazione Web 09/09/2019

La Uila-Uil della Calabria, con in testa il suo segretario regionale, Antonino Merlino, esprime profondo cordoglio per la tragica e prematura scomparsa dell’operaio dell’Azienda Calabria Verde, Romano Franzé, originario di Nardo di Pace, ma residente a Caulonia, morto colpito da un fulmine, nelle montagne di Santa Caterina dello Jonio, in località Vignale, mentre era impegnato in un’attività fondamentale per la prevenzione degli incendi, piaga che affligge questa terra ogni estate, deturpandola delle sue bellezze e provocando danni immensi al suo patrimonio forestale.

Il sindacato esprime, altresì, la vicinanza alla famiglia dell’operaio deceduto mentre svolgeva, con scrupolo, il proprio dovere, smentendo i luoghi comuni che circolano sui forestali, dipinti spesso come fannulloni, a difesa del patrimonio boschivo calabrese, polmone verde, fiore all’occhiello della Calabria e dell’intero Paese.

Il pensiero, la vicinanza e l’augurio di una rapida guarigione, della Uila, vanno anche all’altro dipendente colpito dal fulmine, grazie a Dio, in maniera meno violenta, Pierino Franzè, (omonimo ma non parente della persona deceduta), che è stato ricoverato all’ospedale di Locri per le necessarie cure.

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2019 © avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative