accedi | registrati | 21-11-2019

Proiezione dedicata alle scolaresche reggina al Multisala Lumiere: l'ìdea sostenuta dalla Commissione Politiche Giovanili del Comune di Reggio Calabria

Resistenza&Cattolici. Anteprima di «Aquile randagie» a Reggio

di Redazione Web 30/09/2019

In occasione dell’uscita cinematografica del film “Aquile Randagie”, la Commissione Politiche Giovanili del Comune di Reggio Calabria, di concerto con le associazioni scout AGESCI – CNGEI – MASCI, considerata l’importanza storica che assume l’esperienza dello scautismo al tempo della Resistenza, ha organizzato per stamane, lunedì 30 alle 9 presso il Cine Multisala “Lumière” una presentazione di quello che fu il movimento delle Aquile Randagie durante la Resistenza, seguita dalla proiezione straordinaria del film per gli Istituti Scolastici Superiori.

L’obiettivo principale è quello di far conoscere la storia di quegli anni da una prospettiva diversa, dal punto di vista di un gruppo di ragazzi che hanno fatto una scelta coraggiosa, hanno preso in mano la loro vita seguendo valori spirituali, morali e fisici di educazione non formale come quelli proposti dallo scautismo. Scopo del film, è anche quello di tenere vivo il motto delle Aquile Randagie: «Ciò che noi fummo un dì voi siete adesso, chi si scorda di noi scorda se stesso».
“Raccontare la storia delle Aquile Randagie in un film è un’idea stimolante, una sfida creativa, ma soprattutto un atto dovuto. L’associazione concettuale dello scautismo alla Resistenza è un pensiero sicuramente innovativo che lascia quantomeno incuriosite tutte le persone che ne vengono a conoscenza. Perché di questo si parla: le Aquile Randagie erano un gruppo di scout di Milano e Monza che decisero di ribellarsi alla decisione del fascismo di chiudere tutte le associazioni giovanili che fossero differenti dall’Opera Nazionale Balilla, inclusa quindi l’ASCI, l’Associazione Scout Cattolici Italiani. I motivi per raccontare un film sulle Aquile Randagie sono quindi molteplici: raccontare una parte di storia d’Italia che in ben pochi conoscono, rendere omaggio a una storia di coraggio realizzata da giovani, essere d’ispirazione per i giovani di oggi”.

L’iniziativa si inserisce nel percorso avviato dalla Commissione durante lo scorso Anno Scolastico in collaborazione con l’ANPI e che vedrà ulteriori iniziative rivolte sempre agli studenti.
Sono intervenuti i referenti delle Associazioni Scout AGESCI – CNGEI – MASCI di Reggio Calabria, Sandro Vitale, presidente ANPI REGGIO CALABRIA, introdurranno il Sindaco, Giuseppe Falcomatà e il presidente della Commissione Politiche Giovanili del Comune di Reggio Calabria, Marcantonino Malara. Moderatrice dell’iniziativa, Giuggi Palmenta, componente della Commissione Politiche Giovanili. Di particolare importanza risulta essere la testimonianza di Oreste Serini, uno dei pochi scout, ancora in vita, che ha fatto parte dei Lupi d’Aspromonte e che ha fatto la Resistenza a Reggio Calabria. Un’esperienza di scautismo clandestino attivo in città, non lontano da quanto fatto a Milano dalle Aquile Randagie.

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2019 © avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative