accedi | registrati | 2-4-2020

Si terrà sabato 8 novembre, alle 15 proprio nel quartiere a nord dal centro urbano della Città dei Bronzi

Arghillà, «passeggiata tra i diritti negati»: sit-in di 40 sigle

di Federico Minniti 03/02/2020

Arghillà è il ripostiglio delle coscienze. Un non-luogo, come ce ne sono tanti nel nostro Paese (specie al Mezzogiorno), ma che - a Reggio Calabria - diventa un non-problema. Quasi per tutti. Non per ben quaranta associazioni che hanno deciso di levare la loro voce contro l'indifferenza. Nasce da quì, la «passeggiata tra i diritti negati» che si terrà sabato 8 novembre, alle 15 proprio nel quartiere a nord dal centro urbano della Città dei Bronzi.

Volontari, professionisti, magistrati. Uno accanto all'altro: Ultima fermata Arghillà, così hanno deciso di intitolare la manifestazione. Non «un'ultima spiaggia», ma la richiesta di andare oltre: di superare le "tappe obbligatorie", per giungere nell'estrema periferia esistenziale di Reggio Calabria. Quell'Arghillà con «le sue vie ancora senza nome e invase dalla spazzatura, tra bambini, anziani e disabili senza assistenza in case di edilizia residenziale pubblica fatiscenti e prive di servizi elementari, senza luoghi di aggregazione e senza un futuro, serve a prendere coscienza della situazione di fatto dovuta a trenta anni di abbandono e degrado che deve essere pienamente conosciuta da tutti e le cui cause devono essere rimosse senza più alcun indugio ripristinando i diritti fondamentali della persona da parte degli Enti comunali, regionali, statali, ognuno per la parte di propria competenza», come spiegano i promotori dell'iniziativa.

Una «passeggiata tra i diritti negati», dicevamo. «La dignità umana - precisano gli organizzatori - viene negata se si negano i servizi essenziali, come avere una casa dove vivere, con l’acqua potabile, l’energia elettrica, un ambiente salubre e sicuro». L'appuntamento, quindi, è per tutta la cittadinanza reggina, dalle 15 dell'8 febbraio prossimo: l'appuntamento è al Largo "Carlo Verardi", adiacente a Piazza Don Italo Calabrò ad Arghillà Nord. Si percorreranno le strade interne ai caseggiati per poi concludersi alla Piazzetta, dove si terrà un pubblico dibattito.

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2020 ©avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative