accedi | registrati | 7-4-2020

Una decisione prudenziale che consentirà di prendere precauzioni igienico-sanitarie dinanzi all’epidemia.

Coronavirus, i vescovi calabresi sospendono le attività pastorali

di Redazione Web 05/03/2020

A seguito dell'ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri, fino al 15 marzo saranno sospese le attività di catechismo e di oratorio in tutta la Regione Ecclesiastica Calabria.

Una decisione prudenziale che consentirà di prendere precauzioni igienicosanitarie dinanzi all’epidemia coronavirus (COVID-19), seguendo scrupolosamente le istruzioni del Ministero della Salute e dei medici di famiglia.

Già il 24 febbraio la Conferenza Episcopale Calabra, unitamente ai comportamenti prudenziali ed ai suggerimenti del Ministero della Salute, aveva indicato per i luoghi di culto della Calabria le seguenti misure:
- svuotare le acquasantiere;
- evitare di bagnarsi gli occhi con l’acqua benedetta in occasione dell’imposizione delle ceneri;
- evitare il segno della pace durante la Messa;
- dare la comunione solo sulla mano;
- evitare la comunione sotto le due specie;
- evitare, come in uso in molte delle nostre comunità parrocchiali le condoglianze, al termine dei funerali, dei trigesimi e degli anniversari;
- lavarsi bene le mani (presbiteri, diaconi, ministri dell'eucarestia).

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2020 ©avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative