accedi | registrati | 29-3-2020

L'arcivescovo di Reggio Calabria - Bova ha presieduto la Celebrazione Eucaristica che è stata trasmessa in streaming

San Giuseppe, Morosini ai papà: «Siate custodi della famiglia»

di Redazione Web 19/03/2020

Solennità di San Giuseppe, monsignor Giuseppe Fiorini Morosini si rivolge ai papà in questo tempo di dura prova: «Dio non ha mai privilegiato Giuseppe nella sua vita; lui ha accettato la quotidianità e ha sempre capito che, anche quando appariva ostile, c’era la presenza amorevole di Dio che gli chiedeva di obbedire alla Sua Parola. Giuseppe ha custodito la famiglia di Nazareth perché l’ha accompagnata nel percorso di Fede».

L'arcivescovo di Reggio Calabria - Bova ha presieduto la Celebrazione Eucaristica trasmessa in streaming, dalle 17, sulla pagina facebook della diocesi e, in contemporanea, anche sull'emittente televisiva locale, Rtv. Nel corso dell'omelia, il presule ha affermato che «Giuseppe è chiamato per essere il custode dell’Incarnazione del Figlio di Dio. Lui e Maria sono chiamati ad aiutare Dio nell’opera di Salvezza».

Durante la messa, l'arcivescovo ha fatto l'affidamento delle famiglie a San Giuseppe. «Affido a San Giuseppe tutte le nostre famiglie; fa che questi giorni così difficili, ci facciano riscoprire la bellezza dello stare insieme. La teologia dei Padri ha sempre intravisto nella fede, il dono particolare di Dio attraverso il quale Giuseppe collabora con Lui - ha detto monsignor Fiorini Morosini - Le letture di oggi sono scelte per contestualizzare questa Solennità: la prima si riferisce a Davide, mentre la seconda ad Abramo. Sono due protagonisti della storia della Salvezza e la figura di Giuseppe si inserisce e riassume le caratteristiche di queste due personalità. Lui e Maria sono i testimoni ultimi del compimento della Salvezza». E ancora commentando il Vangelo di Matteo: «La teologia dei Padri ha sempre intravisto nella fede, il dono particolare di Dio attraverso il quale Giuseppe collabora con Lui. La seconda lettura di oggi ci presenta Abramo, chiamato da San Paolo come "nostro padre nella Fede"; rimase "saldo nella speranza contro ogni speranza" si legge nella Lettera ai Romani: che testimonianza grande è in questi giorni per tutti noi».

Infine, il pastore ha rivolto una preghiera particolare al personale sanitario reggino impegnato, in prima persona, contro l'epidemia da Coronavirus nelle zone più colpite dal contagio. Ricordiamo, infine, che alle 21 di stasera, 19 marzo 2020, sarà trasmessa l'iniziativa Cei "In preghiera per il Paese"; tutti i fedeli sono invitati a pregare insieme il Santo Rosario. La preghiera sarà trasmessa anche su Tv2000, canale 28 del digitale terrestre.

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2020 ©avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative