accedi | registrati | 2-6-2020

Manca sangue in corsia, così le associazioni chiedono un aiuto suppletivo ai propri donatori

Covid-19, un'altra emergenza. L'appello: «Esci solo per donare»

di Redazione Web 30/03/2020

Recentemente anche il sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà si è recato presso la sede cittadina dell'Avis per donare. Un gesto semplice che, però, durante questa nuova emergenza sanitaria può rappresentare un ulteriore atto di responsabilità a salvaguardia del Bene Comune.

#EscoSoloPerDonare è l'hashtag utilizzato dalle associazioni che si occupano di raccolta-sangue. In riva allo Stretto, la risposta non si è fatta attendere: basta scorrere le pagine facebook di Avis e Adspem per vedere i volti di tantissimi reggini che hanno deciso di partecipare a questa campagna di donazione straordinaria. 

Il motivo è semplice. E lo spiegano dal Centro trasfusionale del Grande Ospedale Metropolitano di Reggio Calabria dove, da qualche giorno, proprio in risposta agli appelli sono aumentate, in maniera incoraggiante, le donazioni di sangue intero e piastrine. «C'è sempre carenza di sangue, non possiamo dire risolta la crisi di sacche, ma questa risposta è un segnale molto importante - dicono i sanitari - che fa ben sperare anche sul senso di solidarietà che è scaturito da questa vicenda che sta coinvolgendo tutti».
   
«Grazie alla grande sensibilità dei reggini sono molti i donatori, che hanno risposto con grande prontezza per risolvere la carenza determinatasi in concomitanza con l'emergenza coronavirus. Una epidemia che non richiede, ovviamente, trasfusioni ma pur avendo limitato gli interventi ai casi più urgenti - sottolineano ancora i sanitari - esiste una categoria di pazienti ematologici che ha necessità di periodiche trasfusioni di sangue».

La necessità di sangue, infatti, non si ferma mai. Soprattutto in un momento come questo. L’emergenza Coronavirus rischia di provocare un calo delle scorte nelle varie regioni italiane dovuto alla paura dei cittadini di uscire di casa per recarsi nei centri trasfusionali. Ai tanti appelli rivolti ai donatori, si è aggiunto anche quello del capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli: «Molte associazioni ci stanno allertando sulla contrazione delle donazioni che si sta verificando in questo periodo – ha spiegato – Donare il sangue è un gesto fondamentale che salva vite umane e che, nonostante l’emergenza data dal Coronavirus, avviene in assoluta sicurezza. Chiunque voglia donare si può mettere in contatto con i centri trasfusionali per fissare un appuntamento e contribuire in maniera preziosa in questa delicata fase».

Ma dove si può donare a Reggio Calabria? Tutti i giorni, su appuntamento (per fissarlo chiama al 0965.813250) a Casa Avis sul Corso Garibaldi, all'altezza della Villa Comunale. Oppure segui la pagina facebook dell'Adspem per scoprire i turni all'autoemoteca (clicca quì).

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2020 ©avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative