accedi | registrati | 4-7-2020

Questa è la situazione su Reggio Calabria: 24 pazienti in reparto; 3 in rianimazione; 138 in isolamento domiciliare; 70 guariti; 16 deceduti.

Covid-19: sale di 5 oggi il conteggio dei positivi in Calabria

di Redazione Web 29/04/2020

In Calabria ad oggi mercoledì 29 aprile 2020 sono stati effettuati 32.961 tamponi. Le persone risultate positive al Coronavirus sono 1.102 (+5 rispetto a ieri), quelle negative sono 31.859. Territorialmente, i casi positivi sono così distribuiti:
- Catanzaro: 48 in reparto; 2 in rianimazione; 73 in isolamento domiciliare; 61 guariti; 31 deceduti.
- Cosenza: 24 in reparto; 1 in rianimazione; 306 in isolamento domiciliare; 89 guariti; 28 deceduti.
- Reggio Calabria: 24 in reparto; 3 in rianimazione; 138 in isolamento domiciliare; 70 guariti; 16 deceduti.
- Crotone: 11 in reparto; 67 in isolamento domiciliare; 29 guariti; 6 deceduti.
- Vibo Valentia: 56 in isolamento domiciliare; 14 guariti; 5 deceduti.
Il totale dei casi di Catanzaro comprende soggetti provenienti da altre strutture e province che nel tempo sono stati dimessi. Un paziente ricoverato all'Ospedale Pugliese di Catanzaro è di Taranto. Si precisa che al policlinico di Germaneto sono stati ricoverati due pazienti provenienti da altre province.
Le persone decedute vengono indicate nella provincia di provenienza e non in quella in cui è avvenuto il decesso.

I soggetti in quarantena volontaria sono 6.299 così distribuiti:
- Cosenza: 1.104
- Crotone: 1.658
- Catanzaro: 1.833
- Vibo Valentia: 277
- Reggio Calabria: 1.427.
Le persone giunte in Calabria che ad oggi si sono registrate al sito della Regione Calabria sono 16.713.
Nel conteggio sono compresi anche i due pazienti di Bergamo trasferiti a Catanzaro, mentre non sono compresi i numeri del contagio pervenuti dopo la comunicazione dei dati alla Protezione Civile Nazionale.

I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria hanno proceduto alla distribuzione dei tablet messi a disposizione dall’Istituto scolastico comprensivo “Alcide De Gasperi” ai propri alunni, aderendo all’invito del Dirigente scolastico, la professoressa Sonia Barberi.
In un momento di grandissima difficoltà come quello che sta attanagliando il paese da oramai circa un paio di mesi, l’impegno profuso dalla Guardia di Finanza si affianca anche a quello dei vari Istituti di Istruzione e viene indirizzato anche a sostegno della più giovane popolazione.

In particolare le Fiamme Gialle reggine si sono disimpegnate nella distribuzione ai discenti dei diversi istituti scolastici che, in questo momento, non hanno la possibilità di seguire le lezioni normalmente, i devices necessari alla prosecuzione del loro percorso di studi e di accrescimento culturale e personale. Entusiasti si sono dimostrati gli studenti, i quali si son visti recapitare a casa i supporti tecnologici direttamente dai Finanzieri che, nell’occasione, osservando scrupolosamente le vigenti prescrizioni igienico-sanitarie, si sono, altresì, prodigati anche nel ribadire quelle che sono le giuste e opportune condotte da adottare per il contenimento del contagio epidemiologico da Covid-19.

Motta San Giovanni: «Nelle prossime ore consegneremo gli ultimi buoni spesa, soddisfacendo così tutte le richieste pervenute e consentendo alle famiglie più in difficoltà di poter contare su un aiuto concreto. Inoltre, tenendo conto delle segnalazioni dell’ufficio politiche sociali, delle parrocchie e delle associazioni che operano sul territorio, abbiamo distribuito pacchi alimentari e offerto assistenza per il ritiro di farmaci o beni di prima necessità. Abbiamo già avviato le procedure per il rimborso dei buoni spesa alle attività commerciali che hanno presentato fattura elettronica e nei prossimi giorni l’ufficio ragioneria emetterà i relativi mandati. Abbiamo distribuito mascherine ai medici di famiglia e alle attività commerciali». È quanto dichiara il sindaco Giovanni Verduci a margine di una riunione del Centro Operativo Comunale che ha visto partecipare in videoconferenza i responsabili degli uffici comunali e dell’associazione di Protezione civile “Garibaldina”.

«La Protezione civile regionale – continua il primo cittadino -  ha fornito al nostro Comune mascherine monovelo e chirurgiche. Da giovedì 30 aprile, fino a esaurimento scorte, chi ha necessità della mascherina può ritirarla presso gli uffici comunali di Motta San Giovanni e Lazzaro o farne richiesta al numero 0965718130 ma, ovviamente, non c’è disponibilità per tutti i residenti. Per questo motivo chiedo ai miei concittadini un atto di responsabilità e solidarietà, chiedo di non recarsi agli uffici comunali se possiedono già delle mascherine o se sono in grado di acquistarle autonomamente lasciando così quelle gratuite alle persone davvero in difficoltà, a quanti sono costretti per cure mediche ad allontanarsi dal proprio domicilio, a chi svolge lavori a contatto con il pubblico».

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2020 ©avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative