accedi | registrati | 18-8-2019

Gli amaranto sfidano i siciliano dopo il riposo post-natalizio

Reggina, il prossimo avversario: l'Akragas

di Enzo La Piana 19/01/2017

Il primo incrocio in assoluto tra le due squadre all’ allora Bianchi, risale al 1932/33, dove l’Akragas, a quale tempo chiamata Agrigento, terminò cinque a zero per gli amaranto. Dal 1963, si sono disputate tre gare, tutte terminate per 1-0 a favore della Reggina. L’’ultima sfida fu nell’ anno 1985/86, con la retrocessione per i biancazzurri, al Granillo si imposero i padroni di casa per uno a zero, con una rete di Spinella nei minuti finali. Altro dato significativo e indicativo, la mancanza di gol dei siciliani a Reggio Calabria. Nove i precedenti al Granillo, risultato sempre stregato per il Gigante. Infatti la formazione akragantina, ha ottenuto solo due pareggi, nel 1961 e l’ultimo che risale al 29 settembre 1963, valido per la seconda giornata del girone C di serie C, gara che si chiuse con il punteggio di 0 a 0 . L’Akragas, si presenta in riva allo Stretto orfano di Salandria, cresciuto al Sant'Agata e ceduto al Matera e del difensore Marino, autore dei due gol messi a segno contro la Reggina lo scorso settembre, approdato al Fondi e Garcia ceduto al Seregno,compagine Lombarda che milita del girone B di serie D, cessioni necessarie per arrivare a fine stagione. Al Granillo, i biancoazzurri - che da ottobre allo scorso 29 dicembre, hanno ottenuto solo due successi a Caserta e Vibo, pareggiando una sola volta in trasferta - vanno a caccia di punti pesanti ed in caso di sconfitta a Reggio, potrebbe saltare la panchina di mister Di Napoli. Secondo quanto raccolto dal sito ufficiale del Gigante, non tutti disponibili per il tecnico Di Napoli. «Hanno lavorato a parte – si legge ancora – Gomez e Cocuzza. L’altro attaccante Salvemini è alle prese con un problema muscolare e la sua presenza per la partita di sabato è in dubbio. Salterà la Reggina il portiere Pasquale Pane, squalificato per una giornata per somma di ammonizioni». Il tecnico siciliano, ha inoltre parlato in questi giorni della sfida del Granillo: «Ci stiamo preparando al meglio per la partita del 21 gennaio sul campo della blasonata Reggina, che dispone di ottimi giocatori e che come noi naviga in acque agitate. Rispettiamo la Reggina e andremo al “Granillo” a giocarci le nostre chance per cercare di vincere, anche se sarà difficile».

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2019 © avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative