accedi | registrati | 13-7-2020

A Reggio Calabria la situazione finora vede: 21 pazienti in reparto; 2 in rianimazione; 131 in isolamento domiciliare; 83 guariti; 16 deceduti

Covid-19: oggi nessun positivo nella regione Calabria

di Redazione Web 02/05/2020

In Calabria ad oggi sabato 2 maggio 2020 sono stati effettuati 35.975 tamponiLe persone risultate positive al Coronavirus sono 1.112 (+0 rispetto a ieri), quelle negative sono 34.863.

Territorialmente, i casi positivi sono così distribuiti:
- Catanzaro: 46 in reparto; 2 in rianimazione; 66 in isolamento domiciliare; 69 guariti; 32 deceduti.
- Cosenza: 25 in reparto; 298 in isolamento domiciliare; 104 guariti; 29 deceduti.
- Reggio Calabria: 21 in reparto; 2 in rianimazione; 131 in isolamento domiciliare; 83 guariti; 16 deceduti.
- Crotone: 8 in reparto; 58 in isolamento domiciliare; 41 guariti; 6 deceduti.
- Vibo Valentia: 56 in isolamento domiciliare; 14 guariti; 5 deceduti.

Il totale dei casi di Catanzaro comprende soggetti provenienti da altre strutture e province che nel tempo sono stati dimessi. Un paziente ricoverato all'Ospedale Pugliese di Catanzaro è di Taranto.
Si precisa che al Policlinico di Germaneto sono stati ricoverati due pazienti provenienti da altre province.
Le persone decedute vengono indicate nella provincia di provenienza e non in quella in cui è avvenuto il decesso.

I soggetti in quarantena volontaria sono 6.078 così distribuiti: - Cosenza: 1017 - Crotone: 1.684 - Catanzaro: 1.885 - Vibo Valentia: 238 - Reggio Calabria: 1.254.
Le persone giunte in Calabria che ad oggi si sono registrate al sito della Regione Calabria sono 18.403, di cui rientri registrati per ritorno alla residenza dal 4 maggio 2020 1.289.

Nel conteggio sono compresi anche i due pazienti di Bergamo trasferiti a Catanzaro, mentre non sono compresi i numeri del contagio pervenuti dopo la comunicazione dei dati alla Protezione Civile Nazionale.

Motta San Giovanni:
«È guarita ed ha fatto rientro a casa la nostra concittadina risultata positiva al Covid-19 e ricoverata lo scorso 7 aprile presso il Grande Ospedale Metropolitano. Anche la sua collega, che aveva deciso di trascorrere la quarantena nel nostro territorio, è stata dichiarata guarita ed ha fatto rientro nella propria abitazione di Reggio Calabria».

A comunicarlo è il sindaco di Motta San Giovanni dopo essere stato informato dalle autorità sanitarie.

«Alle due ragazze, che si sono dimostrate forti, determinate e attente a tutti i protocolli di sicurezza fin dal loro rientro dall’estero – continua Giovanni Verduci - il caloroso abbraccio dell’intera comunità mottese con l’augurio che possano presto riprendere il loro percorso di vita fatto di tante esperienze e successi”.

«Sono certo – aggiunge - che la comunità di Motta San Giovanni, che negli ultimi mesi ha dimostrato di essere responsabile e sensibile, saprà affrontare questa seconda fase dell’emergenza Coronavirus con la stessa cautela di sempre, soprattutto nella gestione dei rientri da fuori regione. L’esperienza delle due ragazze ci insegna che seguendo alla lettera quanto previsto dai vari protocolli è possibile evitare pericolosi focolai».

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2020 ©avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative