accedi | registrati | 19-9-2020

Iniziativa rientrante nell'ambito di un progetto nazionale di tutti i distretti italiani

Rotary, donazione di alto livello tecnologico al Gom

di Redazione Web 28/05/2020

Donati nel corso di una breve e sobria cerimonia strumenti ad alta tecnologia innovativa che il Distretto 2100 del Rotary ha destinato al Grande ospedale metropolitano di Reggio Calabria. Si tratta di una barella di biocontenimento, di una cabina isolata e di un software di telemedicina, che consentiranno di assistere i pazienti affetti da malattie infettive, a cominciare dal coronavirus, con notevole efficacia e in condizioni di assoluta sicurezza per gli operatori sanitari. Il Gom è uno dei due ospedali di tutto il territorio del Distretto 2100 del Rotary (che comprende Calabria, Campania e Lauria) a beneficiare del dono del club service. L’altra struttura a usufruirne è l’ospedale Cotugno di Napoli. Il nosocomio reggino è divenuto così uno dei centri di importanza strategica per l’azione benefica realizzata grazie alla Fondazione Rotary.
A illustrare il progetto, che ha consentito di realizzare questo importante risultato per la città di Reggio, è stato il presidente della commissione distrettuale Rotary Foundation, Alfredo Focà, il quale, intervenendo anche come delegato del governatore distrettuale Pasquale Domenico Verre, ha spiegato: «La donazione rientra nell’ambito di un progetto nazionale di tutti i distretti italiani ed è stata possibile grazie al finanziamento internazionale della Fondazione Rotary, che da oltre cento anni promuove in tutto il mondo progetti sostenibili e finalizzati a migliorare la qualità della vita. Un impegno che si è moltiplicato in seguito alla pandemia di coronavirus che ha tragicamente segnato gli ultimi mesi. Il Grande ospedale metropolitano di Reggio - ha aggiunto Focà - è l’unico ospedale calabrese destinatario di questo atto di liberalità. La strumentazione che abbiamo messo a disposizione del Gom non serve solo per far fronte alla necessità di contrastare la diffusione del Covid-19, ma arricchisce il patrimonio tecnologico dell’azienda ospedaliera in termini strutturali per le future esigenze nel campo dell’infettivologia».
La commissaria dell’azienda ospedaliera “Bianchi - Melacrino - Morelli”, Iole Fantozzi, ha affermato: «Con la donazione del Rotary viene completato il piano pandemico che avevamo già redatto. Questa strumentazione ci consentirà di migliorare la gestione diagnostica e terapeutica dei pazienti. Ringrazio il Rotary per questa vicinanza concreta, che rafforza ulteriormente la nostra capacità di rispondere alle esigenze dei cittadini».
Alla breve cerimonia hanno partecipato, tra gli altri, il direttore sanitario del Gom, Giuseppe Foti, il direttore amministrativo Francesco Araniti, il direttore sanitario di presidio Antonino Verduci, nonché i presidenti dei Rotary cittadini: Dina Porpiglia (Club Reggio Calabria), Gianfranco Fragomeni (Club Reggio Calabria Sud Parallelo 38), Riccardo Santacroce (Club Reggio Calabria Nord) e Giuseppe Granata (Club Reggio Calabria Est).

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2020 ©avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative