accedi | registrati | 14-7-2020

Il commissario provinciale di Fratelli d'Italia scrive a L'Avvenire di Calabria dopo le parole del presidente della Conferenza episcopale calabra

Nesci (FdI): «Giovani reggini occupino gli spazi della politica»

di Redazione Web 12/06/2020

di Denis Nesci * - Manca solo il dato formale, ma è certo che settembre sarà il mese che ‘ospiterà’ le tornate elettorali comunali di Reggio Calabria e di importanti comuni della provincia. In questo contesto storico frammentato da una fase post-emergenza e provato da una pandemia che ha alterato la quotidianità delle nostre comunità, la politica rischia di rimanere orfana di quella linfa vitale necessaria ad un vero ed effettivo rilancio del nostro territorio. Strascichi di carattere economico e sociale certamente condizioneranno dinamiche e relazioni sociali, ma il mio appello è rivolto ai giovani, forza sana e cuore pulsante di una città profondamente ferita.

Non può lasciare indifferenti il messaggio di monsignor Bertolone lanciato alle nuove generazioni attraverso un conciliante apporto editoriale “Paura di cadere… voglia di volare”. L’appello dell’arcivescovo di Catanzaro “è di vivere il viaggio della vita come il dono più grande di cui si può godere, per il suo fascino imprevedibile, unico ed irripetibile.” Facendo mie queste bellissime parole avanzo l’ardire di rivolgermi ai giovani con l’auspicio che possano sentirsi e materializzarsi protagonisti del presente e del futuro prossimo di Reggio Calabria. Spero possano dare un contributo di entusiasmo, cultura e competenza ad una classe dirigente bisognosa di rigenerarsi. C’è un’assoluta necessità di energie fortemente radicate nelle università e nelle realtà associative e aggregative. D’altro canto, sono convinto che il compito di chi avrà la responsabilità delle scelte, dovrà essere quello di evitare sedimenti e lottizzazioni di spazi funzionali che possano risultare decisivi per edificare una visione di Città Metropolitana.

Rappresento una comunità politica che si pone l’obiettivo di caratterizzarsi come contenitore di idee e di proposte per un programma con l’ambizione di guardare al futuro. Senza retorica o fingimenti, ai giovani reggini chiedo un impegno concreto per disegnare una città diversa da come si presenta oggi ai suoi cittadini. Remore e diffidenze sono comprensibili, ed in certi casi giustificate, da comportamenti non sempre adeguati alla rispettabilità della politica. Ma penso che oggi più che in qualsiasi altro passaggio storico, è indifferibile una piena consapevolezza delle nuove generazioni affinché possano iniziare ad occuparsi prendendosene cura, del bene comune, e possano accingersi ad un ragionamento attivamente politico. A loro mi rivolgo perché è giusto che ritornino a gustare la bellezza di sognare il loro futuro in questa terra. Nonostante tutto. Perché i sognatori sono capaci di sorprendere chi li crede ingenui e illusi.

* Commissario provinciale Fratelli d'Italia

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2020 ©avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative