accedi | registrati | 19-9-2020

Lo annuncia il direttore Carmelo Malacrino: si tratta di una riapertura al pubblico - in massima sicurezza - di Palazzo Piacentini, tra cui i celebri Bronzi di Riace

MArRC, il museo reggino riapre al pubblico dal prossimo 26 giugno

di Redazione Web 16/06/2020

Il 26 giugno riaprirà i battenti il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria. Lo annuncia il direttore Carmelo Malacrino: si tratta di una riapertura al pubblico - in massima sicurezza - rispetto alle visite dei padiglioni ospitati all'interno di Palazzo Piacentini, tra cui i celebri Bronzi di Riace.
 
Un invito a visitare il MArRC (che è l'acronimo del museo reggino, ndr) è arrivato anche dalla rivista "Wired", considerato un vero e proprio punto di riferimento in tema di innovazione. Tra i 4908 musei presenti nel Belpaese accanto al Museo Egizio di Torino o all'Ovo Pinto di Civitella del Lago (Terni) c'è anche il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria.
 
La rivista, infatti, ha dedicato una fotogallery alle 50 migliori esperienze di turismo di prossimità in virtù delle limitazioni imposte dalla diffusione epidemiologica del Covid-19. 50 gioielli nazionali: dai Musei Capitolini di Roma al Palazzo del Pillotta di Parma, dal Museo della Scienza di Trento alla Galleria dell'Accademia di Firenze fino a giungere in riva allo Stretto in compagnia dei due dioscuri trovate vicino alla spiaggia locridea del Mediterraneo.
 
Un'opportunità che, in primis, i reggini potranno gustarsi grazie alla riapertura al pubblico del MArRC che - come detto - è stata ufficializzata per il 26 giugno dalle 9 alle 20. Non solo Bronzi di Riace, ma tante interessantissime collezioni da conoscere.

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2020 ©avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative