accedi | registrati | 7-7-2020

Fine intellettuale, di formazione giuridica, è stato un instancabile animatore della vita culturale e associativa della nostra città

Il cordoglio del sindaco per la scomparsa di Raffaele Barillaro

di Redazione Web 27/06/2020

Raffaelle Barillaro era il prototipo della persona perbene, fine intellettuale, di formazione giuridica, è stato un instancabile animatore della vita culturale e associativa della nostra città.
La morte è sopraggiunta dopo una breve e fulminante malattia ma già albergava da anni nel suo cuore, spezzato dalla prematura scomparsa del figlio Michele, magistrato morto tragicamente in uno "strano" incidente d'auto in Namibia.

Raffaelle ha combattuto strenuamente nei duri anni seguiti a questa tragedia, per difendere e onorare la memoria del suo caro Michele cercando, vanamente, di venire a capo dei misteri e delle incongruenze che hanno caratterizzato quell'incidente.

Ha bussato ad ogni porta, ha visitato giornalmente tutti i palazzi del potere ad ogni livello, ma non c'è stato verso di riuscire ad avviare un'indagine seria sull'accaduto.

La nostra città ha intitolato al magistrato Michele Barillaro la strada antistante il Cedir e il nuovo palazzo di Giustizia. Lo scrive in una nota il sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà esprimendo il suo cordoglio per la scomparsa di Raffaele Barillaro.

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2020 ©avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative