accedi | registrati | 16-12-2019

Il tema portante è la Costituzione Italiana

Gli studenti assieme ai ragazzi della Comunità Ministeriale

di Redazione Web 06/02/2017

Dalla sintonia di fondo tra gli obiettivi di formazione Costituzionale, educazione alla cittadinanza attiva e alla legalità dell’Istituto scolastico "Ferraris" con la progettazione socio-educativa della Comunità Ministeriale del Dipartimento Giustizia Minorile, in collaborazione con il Circolo del Cinema C. Zavattini, è in corso a Reggio Calabria un Cineforum rivolto ai ragazzi ed ai giovani intitolato “siamo Stato noi”, per vivere da cittadini liberi e sovrani in Italia e nel mondo.
L’iniziativa è sostenuta come impegno di creatività culturale e di servizio al territorio dal Dirigente Scolastico, Giuseppina Princi, nell’ottica del rinnovamento e dell’innovazione della scuola tecnico-economica rivolta alla formazione completa della persona, del lavoratore e del cittadino, e dalla Dirigenza del Centro per la Giustizia Minorile per la Calabria e la Basilicata.
L’esperienza, giunta alla quinta edizione, mentre in precedenza ha visto incentrata l’attenzione sulle discriminazioni e l’inclusione sociale, sulle relazioni umane fondamentali, quest’anno attraverso il linguaggio cinematografico della narrazione e delle storie di vita, intende fare incontrare i giovani reggini per riflettere insieme e dialogare sui valori fondamentali della convivenza civile, sul senso dello Stato e sui diritti-doveri della cittadinanza responsabile.
Il programma si articolerà infatti sulle tematiche della libertà e impegno, valori fondamentali della Costituzione, bullismo e solidarietà, legalità e giustizia nel Meridione, migranti e Sud/Nord del mondo, e si concluderà con il confronto su un lavoro multimediale curato dai giovani stessi. Il percorso, oggi, lunedì 6 febbraio dalle ore 10.00 presso l’aula Magna del "Ferraris", al rione Modena, ha avuto ad oggetto la visione del film-documentario Dustur (Costituzione) di Santarelli (storia vera, della Costituzione spiegata con i detenuti del carcere di Bologna), il confronto e i laboratori su “La nostra Costituzione” guidati da Antonino Spadaro, ordinario di Diritto Costituzionale della Università Mediterranea, e proseguirà fino a maggio a scadenza mensile. Ogni proiezione sarà integrata a cura del Circolo Zavattini dalla presentazione e discussione degli aspetti culturali ed artistici, come momento di educazione alla comunicazione massmediale e sarà animata da un esperto-testimone della problematica trattata, come avvio di momenti di laboratorio autogestito dai partecipanti. Il Cineforum mira a fare riscoprire la bellezza della convivenza civile e delle relazioni sociali oggi a rischio, realizzando il sogno di camminare insieme e di credere in tutti i giovani indistintamente, con il loro diversi percorsi culturali-professionali e di vita, per sconfiggere tre mali: indifferenza-fatalismo-individualismo, ricordando agli adulti di sentirsi “responsabili della responsabilità delle nuove generazioni”. Grazie alla collaborazione tra Istituzioni diverse con l’associazionismo, la Città e il mondo giovanile reggino si arricchiscono anche così, grazie ad un’iniziativa socio-culturale che qualifica le opportunità di crescita umana, civica e di protagonismo maturo e consapevole dei nuovi cittadini.

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2019 © avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative