accedi | registrati | 6-8-2020

Il consigliere regionale Francesco Pitaro si pronuncia in merito alla scomparsa della fondatrice e presidente onoraria Fai

Addio a Giulia Maria Crespi, Pitaro: «Il Fai prezioso patrimonio»

di Redazione Web 20/07/2020

«È mancato un riferimento prezioso per la salvaguardia e la tutela dell’ambiente. Alla presidente regionale Annalia Paravati ed a tutti i protagonisti, soci e amici del FAI (Fondo Ambiente Italiano) - dichiara il consigliere regionale Francesco Pitaro - porgo le condoglianze per la scomparsa della fondatrice e presidente onoraria».
«Giulia Maria Crespi - sottolinea l’esponente politico - ha insegnato agli italiani a mettere al primo posto la cura e la salute della terra come fondamento della salute per l’uomo. Anima ispiratrice della Fondazione, ha lasciato un’eredità importante anche nell’ambientalismo calabrese e un messaggio di bellezza che rimarrà indelebile nel tempo. Come non ricordare, infatti, che Crespi ha dato avvio al FAI e all’ambientalismo in Calabria grazie ad Anna Gastel e Annalia Paravati. Anche nella nostra regione, il Fondo Ambiente Italiano continua a svolgere una costante e significativa attività di valorizzazione del prezioso patrimonio che la Calabria custodisce, ed ha una sua radicata ed efficace presenza, penso ad esempio, alla gestione della Riserva dei Giganti di Fallistro a Camigliatello. Nel solco di un impegno ispirato dal senso autentico del servizio - conclude Francesco Pitaro - il FAI proseguirà il suo lavoro di tutela e valorizzazione dell’ambiente, all’insegna di quella frase della decana degli ambientalisti che campeggia sul sito del FAI: ‘Sogni? Sì sogni! A furia di sognare, si riesce a portare nel concreto ciò che si sogna’».

Partecipa alla discussione

Esegui il login
Copyright 2016-2020 ©avveniredicalabria.it | Tutti i diritti sono riservati | Responsabile: Davide Imeneo
Arcidiocesi di Reggio Calabria - Bova | Via Tommaso Campanella, 63 – 89127 Reggio Calabria
Credits Web Agency a Reggio Calabria - Arti Creative